Reggio Calabria, Imbalzano: “su obiettivo occupazione l’incontro tra comune e Confcommercio conferma le nostre preoccupazioni”

palazzo san giorgio“L’apprezzabile iniziativa assunta da CONFCOMMERCIO reggina nei confronti del COMUNE su Obiettivo occupazione e le inequivocabili conclusioni dell’incontro tenuto a Palazzo San Giorgio con il Capo di Gabinetto e il responsabile del procedimento, confermano purtroppo le reiterate preoccupazioni da noi espresse anche di recente con una interrogazione a risposta scritta, circa i rischi reali riguardanti il futuro dei soggetti fruitori del bando (in particolare  i dipendenti e , nondimeno , i datori di lavoro)  per gli oneri non più sopportabili” . E’ quanto afferma Pasquale Imbalzano, capogruppo di Area Popolare- Nuovo Centrodestra al Comune di Reggio Calabria . “Infatti, nel comunicato diramato a margine della riunione non solo vengono confermati i gravi ritardi nei pagamenti degli arretrati e da noi più volte evidenziati con diverse iniziative istituzionali e non, ma CONFCOMMERCIO stessa , su sollecitazione esplicita di tante imprese, ha sottolineato testualmente  anche le proprie preoccupazioni per la sorte di centinaia di giovani, ribadendo una verità ampiamente acclarata e rispetto alla quale solo il R.U.P. con grossolano strabismo politico-burocratico si arroga – a che titolo? – il diritto di operare una distinzione su singoli posizioni quanto mai fuori luogo, tra le difficoltà, invero tutte gravi e generalizzate , delle diverse realtà aziendali”, continua Pasquale Imbalzano . “Infine, come interpretare la richiesta sollecitata dalla stessa associazione dei commercianti reggini circa la necessità di un puntuale e periodico tavolo tecnico per monitorare l’andamento di una questione così complessa e delicata, a partire dal prossimo 7 luglio ? E’ di tutta evidenza che anche CONFCOMMERCIO nutre forti perplessità sulla gestione da parte degli apparati burocratici comunale e centrale rispetto a una questione che va considerata per quello che rappresenta in una città già economicamente disastrata, senza interessate sottovalutazioni e avendo solo ben presenti le chiare difficoltà di imprese e lavoratori coinvolti “, conclude Pasquale Imbalzano .