Reggio Calabria, il progetto “il risparmio che fa scuola” ha fatto tappa al Principe di Piemonte

PosteL’attività dell’Istituto “Principe di Piemonte – Diego Vitrioli”, diretto da Orsola Latella, si è conclusa con la partecipazione al progetto “Il risparmio che fa scuola”, promosso da Poste Italiane e Cassa depositi e prestiti – in collaborazione con la Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione del MIUR. Una iniziativa per promuovere, con gli strumenti più attuali della comunicazione e del gioco, la diffusione dell’importanza e del senso etico del risparmio, estendendone il significato e il valore, al fine di educare i ragazzi in età scolare ai principi di un’economia sostenibile, al rispetto dell’equilibrio ambientale, e al rifiuto dei comportamenti che portano allo spreco di risorse naturali. Sono stati gli alunni delle quinte classi, delle sezioni A, B, E, guidati dalle insegnanti Paola Ambroggio, Silvia De Biasi, Caterina Pensabene e Angela Siraca, ad essere coinvolti nell’attività del progetto, proposto dai rappresentanti di Poste Italiane, Lucia Federico della Comunicazione Territoriale, Mimmo Barreca e Francesca Giglietta della Filiale di Reggio Calabria. Il progetto ‘Il risparmio che fa Scuola” è un’occasione per promuovere con gli strumenti più attuali della comunicazione e del gioco, la diffusione dell’importanza e del senso etico del risparmio, estendendone il significato e il valore al fine di educare i ragazzi ai principi di un’economia sostenibile, al rispetto dell’equilibrio ambientale, e al rifiuto dei comportamenti che portano allo spreco di risorse naturali. Dopo una breve presentazione e la proiezione del cartone animato “Le avventure della famiglia Panda” (che ha raccontato in modo giocoso e divertente gli argomenti del risparmio e dell’economia), i bambini sono stati impegnati in un Gioco dell’oca a squadre, la cui formula è stata adattata per l’occasione con domande sulle tematiche del progetto. Ad ogni risposta esatta, le squadre hanno conquistato le varie caselle lungo il percorso all’interno di un enorme tabellone sul quale i bambini hanno potuto far muovere le relative “pedine”. Al termine dell’incontro, i rappresentanti di Poste Italiane hanno distribuito a tutti gli alunni che hanno partecipato un piccolo regalo a ricordo della giornata. “Ringrazio Miur, Poste e Cdp, per la scelta del nostro istituto – ha dichiarato alla fine la dirigente scolastica Latella – ai nostri ragazzi è stata offerta una grande opportunità di crescita civile, un momento per riflettere sul valore etico del risparmio e sulla riduzione degli sprechi”. Da sempre Poste Italiane e CDP svolgono la missione di contribuire alla crescita del Paese attraverso la raccolta del risparmio, per finanziare opere e infrastrutture di pubblica utilità. Poste Italiane e CDP consentono, infatti, che il risparmio dei privati, e quindi la ricchezza del singolo, si trasformi in una leva per lo sviluppo, il progresso e il benessere dell’intera comunità