Reggio Calabria, i Consiglieri de La Svolta: “Risanamento delle strade e abbattimento barriere architettoniche sono obiettivi di civiltà»

I Consiglieri del Gruppo “La Svolta”: «Risanamento delle strade e abbattimento barriere architettoniche sono obiettivi di civiltà»

la svolta piazza de nava«Finalmente la nostra Città avrà strade degne di essere chiamate con questo nome. Il nuovo piano di interventi per il risanamento della viabilità cittadina disposto dal Sindaco Falcomatà nell’ambito del nuovo schema di spesa dei fondi previsti con il Decreto Reggio è un’ottima notizia per la nostra Città. Gli interventi, suddivisi in quattro lotti, che partiranno nei prossimi mesi cambieranno l’assetto urbanistico del nostro territorio, ridando dignità a tutte le arterie stradali della città ed intervenendo anche su piazze e marciapiedi». E’ quanto affermano in una nota i Consiglieri del Gruppo comunale La Svolta Giovanni Latella, Antonino Mileto e Riccardo Mauro.
«Il nuovo asset previsto con la rimodulazione del Decreto Reggio prevede complessivamente ben 50 milioni per il risanamento della viabilità cittadina – scrivono ancora i consiglieri de “La Svolta” – gli interventi non sono indirizzati esclusivamente alla riqualificazione del manto stradale, ma sono destinati al ripristino dei sottoservizi, idrici, elettrici, fognari, alloggiati sotto le vie cittadine. Un obiettivo che ci consentirà di efficientare la rete dei servizi, rinnovando i tratti più vetusti, attraverso la creazione dei tunnel dei sottoservizi, e migliorando in questo modo l’erogazione agli utenti. Naturalmente prima di agire in questo senso chiederemo a tutte le aziende private che hanno necessità di operare interventi nel sottosuolo di concludere le proprie operazioni in modo da non intervenire successivamente, una volta che il nuovo tappetino di asfalto sarà posato. In questo modo eviteremo che le strade cittadine possano essere nuovamente butterate da interventi a singhiozzo e vigileremo affinché i privati che faranno richiesta di intervenire, ripristino alla perfezione il manto stradale una volta concluso l’intervento».
«Il piano di rifacimento delle strade agirà inoltre sui marciapiedi del nostro comprensorio urbano. Sembra un obiettivo scontato ma non lo è affatto. Soprattutto considerando che un intervento di questo genere ci consentirà di eliminare una volta per tutte le numerose barriere architettoniche presenti nella nostra città, che rappresentano ancora oggi un ostacolo insormontabile per tutti gli anziani, per i soggetti diversamente abili e per tutti coloro che hanno difficoltà a deambulare. Ad oggi purtroppo la nostra città risulta una delle metropoli italiane con più alta presenza di barriere architettoniche. L’operazione voluta dal Sindaco Falcomatà è dunque un obiettivo di civiltà, che va nella direzione della tutela dei diritti dei cittadini, partendo proprio dai più deboli».