Reggio Calabria: ex lavoratrice dei mercati alimentari si incatena [FOTO]

Reggio Calabria: i lavoratori dei Mercati Alimentari continuano la protesta

IMG-20160613-WA0000“Dopo l’ultimo incontro ottenuto a seguito del presidio dei lavoratori dei Mercati Alimentari  durato tre giorni e tenutosi  in data 18 maggio 2016 presso il punto vendita della SBM di Viale Calabria, alla presenza di rappresentanti dell’azienda venuti da Barcellona Pozzo di Gotto, dei lavoratori e di rappresentanti della USB,  considerato l’impegno assunto dall’azienda, che aveva riconosciuto giuste le richieste avanzate, garantendo, a fronte della ripresa della attività lavorativa da parte dei dipendenti, a corrispondere subito, entro il 25 del mese di maggio, quanto loro dovuto, pensavamo SBAGLIANDO che i problemi si fossero risolti”. Lo afferma in una nota la Federazione Provinciale USB.

“PURTROPPO non è così. L’Azienda pretende che i lavoratori rispettino gli impegni assunti, mentre la medesima si può permettere di  trasferirli nel tempo. Infatti ad oggi 13 giugno, l’impegno assunto per il 25 maggio non è stato rispettato, facendo cadere ulteriormente nella disperazione i lavoratori che, loro malgrado, avevano dato ancora fiducia ad un’azienda che sembra proprio non avere a cuore le sorti dei suoi dipendenti. Oggi si sta  infatti consumando la protesta estrema di una ex lavoratrice che attende ormai da mesi le competenze non liquidatele a seguito del suo licenziamento”.

“La stessa si è incatenata davanti il punto vendita dei Mercati Alimentari di Viale Calabria per far conoscere lo stato in cui è tenuta dalla SBM, trovando la solidarietà dei suoi ex colleghi che sposano pienamente la sua protesta disperata. Noi saremo a fianco dei lavoratori nell’unico intento di far rispettare i diritti costituzionali dei lavoratori e gli impegni assunti dalla Azienda”.