Reggio Calabria: detrazioni fino a 900 euro per i titolari di contratti di locazione di alloggi sociali [FOTO e INTERVISTA]

Agevolazioni fiscali per i titolari di contratti di locazione di alloggi sociali a Reggio Calabria: tutte le informazioni utili trasmesse nella conferenza stampa di oggi a Palazzo San Giorgio

reggio conferenza alloggi sociali (2)Anche a Reggio Calabria si potrà accedere alle agevolazioni fiscali destinate ai titolari di contratti di locazione di alloggi sociali. Ad annunciarlo stamane, nel corso di una conferenza stampa indetta appositamente, il sindaco Giuseppe Falcomatà, l’assessore alle Politiche Sociali, Giuseppe Marino, l’assessore alle Finanze, Armando Neri, il consigliere delegato all’edilizia residenziale pubblica, Giovanni Minniti, ed il Segretario Regionale Sunia Calabria (Sindacato Nazionale Unitario Inquilini ed Assegnatari), Antonio Spataro; presenti anche i rappresentanti delle altre associazioni degli inquilini, come Domenico Cuccio, presidente onorario UPPI, uno dei protagonisti di un importate Protocollo d’Intesa siglato con il Comune in merito ad altre agevolazioni per le locazioni di unità immobiliari (leggi qui).

“E’ una misura che è in linea con quelle che sono le possibilità di margini di manovra dell’amministrazione comunale sul piano economico e finanziario – parole di Giuseppe Falcomatàconoscete benissimo la situazione in cui versa il Comune: un piano di riequilibro molto ingessato che non permette ampi margini di manovra sul piano di quelle che possono essere le agevolazioni fiscali, piuttosto che l’abbassamento e la diminuizione dei tributi e delle tasse a livello locale; però, su quelle che sono le occasioni e le opportunità che consentono di dare una carezza ai cittadini il Comune di Reggio Calabria fa la sua parte”.

“Meccanismi virtuosi di sinergia”, così il sindaco di Reggio definisce il lavoro svolto e teso ad accorciare la distanza tra l’amministrazione ed i cittadini.

In questo caso, come si trasmette, l’art.7 della Legge 80/2014, “Misure urgenti per l’emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015” (cosiddetto “Decreto Lupi”), stabilisce che per il triennio 2014-2016, ai soggetti titolari di contratti di locazione di alloggi sociali spetti una detrazione pari a 900 euro o a 450 euro in rapporto alla fascia di reddito in cui ricadono i richiedenti (900 euro se il reddito complessivo non supera euro 15.493,71; 450 euro se il reddito complessivo supera euro 15.493,71 ma non euro 30.987,41).

reggio conferenza alloggi sociali (5)Occorre che gli assegnatari facciano richiesta di un’apposita dichiarazione alle ATERP o ai Comuni competenti affinchè attestino che l’alloggio assegnato a suo tempo in locazione rispecchi le caratteristiche previste dal D.M Infrastrutture del 22 aprile 2008, per essere considerato alloggio sociale.

Ma chi ha diritto a questo sconto fiscale? Sempre secondo quello che si trasmette, gli assegnatari che nel 2015 hanno avuto redditi da lavoro o pensione. Per ottenere questo bonus, come spiega stamane Antonio Spataro, è indispensabile presentare il modello 730 e l’attestazione Aterp o rilasciata dai Comuni competenti che certifichi che si tratta di un immobile sociale. Il bonus viene erogato direttamente nella busta paga o pensione di luglio o agosto.

“Noi stiamo promuovendo dappertutto nella  Regione questa possibilità, perché si tratta di una detrazione importante  – afferma Antonio SpataroInsolita rispetto agli anni passati e che speriamo duri anche l’anno prossimo, perché comunque la legge prevede tre anni di sperimentazione. Questo è un primo aiuto, ed è importante diffonderlo! Inoltre, stiamo insistendo molto sulla questione legalità”.

E su tale questione insiste anche stamane il consigliere Minniti, soffermandosi su un settore, quello dell’edilizia cittadina, “che ha bisogno di ripristinare e ristabilire le regole, ed il comune di Reggio ci sta lavorando: una sensibilità dimostrata nei confronti degli assegnari, contrapposta all’altro lato della medaglia, quella dei controlli che stiamo facendo”.

reggio conferenza alloggi sociali (4)Anche per l’assessore Marino, l’amministrazione sta dando un aiuto concreto a molte famiglie della città, che già lo scorso anno hanno potuto usufruire di un aiuto economico: “quest’anno – dice – vogliamo che tale strumento possa essere utilizzabile da un numero maggiore di famiglie. Vogliamo mettere a disposizione dei cittadini tutti gli strumenti che possono aiutare le famiglie, uno strumento che grava su finanziamenti nazionali, ma che può essere erogato anche dal lavoro degli uffici comunali che devono rilasciare la documentazione. La Regione Calabria – attesta Giuseppe Marinodopo due anni di attesa ci ha trasferito le risorse del contributo alloggiativo dell’anno 2014: sono circa 300 utenti di questa città che potranno ricevere il contributo richiesto due anni fa”.

E sempre sulla scia dell’attenzione mostrata dall’amministrazione comunale nei confronti delle fasce più deboli, si concentra l’intervento dell’assessore Neri, il quale conferma tale attenzione nell’ “individuare meccanismi e soluzioni tesi ad aiutare le fasce più deboli e promuovere iniziative rivolte a quest’ultime”. 

“Naturalmente non risolviamo tutti i problemi della città – chiosa FalcomatàMa non pensiamo che il compito della politica sia solamente fare il suo compitino e dare solo un indirizzo politico e non seguire le varie procedure”.