Reggio Calabria, Caridi (FI): “Gallina e la Cittadella dello sport diventino oggetto dei Patti della città metropolitana”

città metropolitana reggioHo presentato, un’istanza, art. 16 dello Statuto, al sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, affinché la Cittadella dello sport, gestita in concessione dal CONI, ubicata a Gallina di Reggio Calabria e mai nata, possa rientrare tra gli interventi prioritari finanziabili dal c.d. “Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Reggio Calabria”. Nel 2008, il Comune di Reggio Calabria e il CONI, stipulavano la convenzione per la concessione in uso al CONI di immobili per la sede della Scuola Regionale dello Sport; avendo approvato il progetto relativo ai lavori di riqualificazione dello stabile, con un importo pari a 650.000€. Nel 2011 il Comune approvava il progetto esecutivo con mutuo concesso dalla Cassa Depostiti e Prestiti, credendo fermamente nell’importanza del progetto, volgendo lo sguardo ai giovani, oggi abbandonati sotto tutti i punti di vista e in particolar modo per quel che concerne l’impiantista sportiva”, scrive in una nota il senatore Caridi. “Si prestava attenzione, in ottica programmatica -prosegue- alle attività che avrebbe potuto svolgere il CONI, considerando magari dei percorsi formativi per i reggini. Oggi tutto tace; i lavori, infatti, non sono stati mai eseguiti e la Cittadella dello Sport versa in stato di abbandono e degrado. Il mio volere si sintetizza nel considerare, oggi, la Cittadella dello sport un’opera di interesse collettivo, strategicamente inserita all’interno delle politiche giovanili in ambito sportivo e potenzialmente, volano di sviluppo di una nuova impiantista sportiva, magari fiore all’occhiello della Città Metropolitana. A sposare la mia idea sono stati i consiglieri Antonino Maiolino, Antonio Matalone, Giuseppe D’Ascoli, Antonio Pizzimenti, Luigi Dattola, Mary Caracciolo e Lucio Dattola consci soprattutto dei risvolti sociali che potrebbe avere una nuova struttura sportiva, funzionale e chiaramente funzionante”, conclude.