Reggio Calabria, approvato il Regolamento per l’istituzione del Garante per i diritti per l’infanzia e l’adolescenza

palazzo san giorgioIl Comune di Reggio Calabria istituirà il suo Garante per i diritti per l’infanzia e l’adolescenza. La proposta è stata approvata dalla Commissione Politiche Sociali del Comune, guidata dal Presidente Nino Nocera, dopo l’audizione del Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Calabria Antonio Marziale.

Il nuovo Garante comunale, che opererà a titolo gratuito collaborando con il Servizio Minori del Settore welfare, avrà il compito di promuovere e sostenere il rispetto e la garanzia dei diritti di cui i minori sono titolari, sulla base della Convenzione sui diritti del fanciullo e di quanto previsto dalla legislazione nazionale ed europea, anche attraverso iniziative di informazione, sensibilizzazione e formazione, vigilando sull’attuazione di tali diritti e sull’osservanza dei conseguenti doveri. Inoltre il Garante segnala alle autorità competenti situazioni di violazione e di rischio dei diritti dei minori, monitora l’efficacia di azioni e programmi adottati dall’Amministrazione nei settori dell’infanzia e dell’adolescenza e verifica l’impatto sui minori dei provvedimenti adottati dall’Amministrazione. I cittadini potranno rivolgersi al Garante per segnalazioni di violazioni o di rischio per i diritti delle persone di minore età.

Il regolamento approvato in Commissione Politiche Sociali, anche grazie all’importante apporto dell’Osservatorio sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza del Kiwanis International distretto Italia – San Marino, passerà ora all’esame della Commissione Statuto e Regolamenti ed approderà in Consiglio Comunale in una delle prossime sedute utili.

Soddisfatto del lavoro compiuto il Presidente della Commissione Nino Nocera. «Ritengo sia un punto qualificante dell’azione amministrativa che abbiamo promosso come da indicazione del Sindaco Falcomatà fin dalla nostra elezione – ha dichiarato Nocera – come istituzione abbiamo il dovere di stare al fianco dei bambini e degli adolescenti che rappresentano il futuro della nostra comunità, anche nell’ottica della sinergia istituzionale che si andrà a generare con l’avvio della Città Metropolitana. Tutelarne e valorizzarne i diritti significa investire sulla crescita sociale e civile della nostra città. Vogliamo arrivare all’approvazione del regolamento per consentire al più presto l’insediamento del nuovo Garante che, siamo certi, costituirà un apporto significativo per l’Amministrazione ponendosi come raccordo naturale tra l’istituzione che rappresentiamo, il mondo dell’associazionismo e tutti gli attori sociali che operano nel campo dei diritti dei minori».