Presentata la marcia di Avviso Pubblico organizzata per il 24 giugno prossimo a Polistena

avvisopubblico_marcia20160624_slider-data“Quello delle intimidazioni a sindaci, consiglieri, dirigenti delle pubbliche amministrazioni e giornalisti è un drammatico fenomeno italiano, meridionale e soprattutto calabrese. Per noi ha un forte valore simbolico che la presentazione della prima Marcia nazionale degli amministratori sotto tiro avvenga in Consiglio regionale: qui l’attacco mafioso alla democrazia è stato portato al livello più alto, con l’uccisione del vicepresidente Franco Fortugno”. Lo ha affermato il presidente dell’Assemblea legislativa calabrese, Nicola Irto, durante la conferenza stampa di presentazione della marcia organizzata da Avviso Pubblico per il 24 giugno prossimo a Polistena. “Sono certo – ha aggiunto Irto – che con questa associazione ci saranno nuove occasioni per collaborare sul fronte della legalità: un tema decisivo che impone alla politica di dare il buon esempio in termini di trasparenza e rispetto delle norme in campo amministrativo”. Per il rappresentante di palazzo Campanella “accanto all’indispensabile azione repressiva, condotta con efficacia da magistratura e forze dell’ordine, che ringraziamo, è ​necessario promuovere e diffondere la cultura della legalità, unico strumento di cui disponiamo perché la nostra società sviluppi gli anticorpi alla mentalità mafiosa che – ha concluso Irto – è spesso alla base di tanti episodi di intimidazione”.