Notte Battente alla festa della musica dell’Unical

3x2 rid_02 webArriva l’evento più atteso dell’anno. La quarta edizione del CUS IN FESTA si trasforma. Martedì 21 giugno si festeggerà la giornata europea della musica, patrocinata dal MIBACT. Saliranno sul palco numerosi artisti dalle prime ore del pomeriggio. L’evento si svolgerà di fianco al C.U.S. presso lo spazio adiacente i CAG, con la collaborazione delle associazioni artistiche FUSI ORARI, ATTORI IN CORSO e TAKABUM. Da questa edizione il MIBACT ha deciso di dare un forte segnale per la promozione di una delle feste più affascinanti che la cultura possa offrireLA FESTA DELLA MUSICA, una festa che, come avviene in altre parti d’Europa, coinvolga in maniera organica tutta l’Italia, trasmettendo quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica riesce a dare. Un grande evento che porti la musica ovunque, che coinvolga enti locali, accademie, conservatori, scuole di musica, università, ma soprattutto quei luoghi magici che rappresentano il fiore all’occhiello del sistema Paese, i beni culturali italiani, che il Mibact metterà a disposizione della musica. E la Festa della Musica arriva anche a Cosenza. Martedì 21 giugno una giornata di eventi, musica e performance al Campus universitario, che risuonerà di note in occasione della Festa della Musica Europea, con un programma che si snoderà tra parate di strada, performance e concerti dalla mattina alla sera, per una giornata all’insegna dell’arte, del divertimento e della condivisione. Si comincia la mattina su ponte Pietro Bucci (ore 11) con le parate della Takabum Street Band e della band Fuori Tempo, dei clown Fusi Orari e del Teatro della Maruca. Si esibiranno inoltre gli allievi del laboratorio di musica tenuto dai Takabum durante l’anno accademico. La mattinata si concluderà alle 13.30 in Piazza Rettoratocon la conclusione della parata, che culminerà con una performance unica di tutti gli artisti al centro del ponte. La Festa riprenderà nel pomeriggio, alle 17, e si sposterà nel piazzale del Centro di Aggregazione Giovanile (CAG), dove si esibiranno le band G-MC, FIF, Non Siamo nelle Condizioni live band, Madness Lane, Notte Battente, Le Maschere, ParkWave, che sono state selezionate attraverso il concorso “Sound & Art” organizzato dal Centro Residenziale e dal CUS. Tra gli eventi in programma la premiazione della squadra di rugby del CUS (premierà il rettore dell’Unical Prof. Gino Mirocle Crisci) e le performance finali dei laboratori tenuti per gli studenti dell’Ateneo dalle Associazioni Takabum, Attori in Corso e Ilaria Dima. Si proseguirà con il concerto e la presentazione del disco del cantautore Fabio Cinque “Come se non ci Fosse un Domani”, prodotto da Renghe Records. La lunga carrellata di arte culminerà con il concerto di James Senese e Napoli Centrale: leggenda vivente della musica italiana, James Senese ha attraversato trasversalmente la canzone leggera italiana, il funk-jazz, il grande cantautorato, scoprendo il talento di Pino Daniele, con cui ha collaborato e stretto amicizia vera sino al suo ultimo giorno.

Sul palco sarà accompagnato dai musicimanifesto 2015 (1)sti con cui collabora da anni: Ernesto Vitolo alle tastiere, Gigi de Rienzo al basso, Fredy Malfi alla batteria. La serata si concluderà con le selezioni di Dj Nirta. Ed è intorno alle ore 22 che toccherà al gruppo NOTTE BATTENTE, che farà ballare tutti, dando un tocco di tradizione all’evento. Il gruppo “Notte Battente, musica etnico-popolare”, di Soveria Mannelli, fondato nel 2013 e di recente costituitosi in Associazione Culturale, si è sempre posto l’obiettivo di valorizzare il territorio attraverso iniziative di carattere musicale, culturale e sociale, al fine di promuovere la diffusione e l’approfondimento della tradizione e della musica popolare calabrese e del Sud Italia in generale, ma in particolare della città di Soveria Mannelli. Il repertorio del gruppo, proposto in maniera semplice ma efficace, comprende cover di varie forme musicali caratteristiche del sud, come la pizzica salentina, le strofe della tarantella del mondo agropastorale calabro-lucano, i canti tradizionali, i canti di protesta politico-sociale, le cui radici rievocano i periodi legati al brigantaggio, ma non mancano riferimenti alla nuova musica popolare e brani inediti. Al momento il gruppo sta lavorando al suo primo progetto discografico, che vedrà inseriti anche dei pezzi nati da un lavoro di ricerca su testi tipici della propria tradizione locale. La passione, la voglia di far da ponte tra passato e futuro, in un presente che non rinnega le tradizioni ma le fa sue e ne è promotore per le future generazioni, è ciò che distingue i componenti del gruppo: Angela Bianco ( alla voce, castagnette e ballo), Salvatore Velino (alla voce, chitarra acustica ed armonica a bocca), Massimo Chiodo (alla voce, fisarmonica, lira e chitarra battente), Vincenzo Perri (al basso),  Franco Spezzano (alla batteria), Gianfranco Bianco (al tamburello, tamburi e percussioni), Danilo Perrone (alla chitarra solista), Romina Campolongo(alle danze), Antonio Abbruzzese (responsabile di segreteria).  “Colori, voci e suoni della Calabria” sono le parole con cui ai Notte Battente piace dare inizio alle serate, esprimendo da subito ciò che la loro musica si propone come obiettivo, ovvero quello di farci assaporare la nostra Calabria, trascinando il pubblico in un ballo al chiarore di luna, perriscoprire le origini e le tradizioni della nostra terra, e facendo sì che, con le loro note, si possa vivere una vera e propria notte battente.