‘Ndrangheta, la vergogna continua: tagliati 13 alberi di ulivo a Goel Bio

A Stilo, in provincia di Reggio Calabria, sono stati abbattuti 13 alberi di ulivo di proprietà di un produttore associato al Consorzio Goel Bio

uliviAlcune persone non identificate hanno abbattuto a Stilo, in provincia di Reggio Calabria, 13 alberi di ulivo di proprietà di un produttore associato al Consorzio Goel Bio. L’atto è accaduto nella notte tra il 25 ed il 26 giugno, nella contrada Tavoleria ed è stato reso noto oggi dal presidente di Goel, Vincenzo Linarello.  ”Sono stati mandati in fumo venti anni di lavoro – ha detto Linarello – ma non ci piegano. Ricompreremo alberi di ulivo di venti anni, cosi’ non servira’ del tempo perche’ ricrescano e producano frutti. La ‘ndrangheta va disonorata e deve capire che cio’ che cerca di indebolire con questi atti diventa piu’ forte. Taglia alberi? Noi li ripiantiamo. Brucia trattori? Acquisteremo quelli nuovi per sostituire quelli usati. Non abbasseremo mai la testa”. Non è la prima volta che il Consorzio Goel Bio è vittima di attentati intimidatori. Nel novembre dello scorso anno toccò all’azienda agricola La Lanterna di Monasterace che subì gravi danni a causa di un incendio.