Messina, storia e spartiti: il ’900 raccontato da musica e parole

La rassegna estiva promossa dal Museo del ‘900 di Messina partirà venerdì prossimo: ogni serata in programma avrà un tema differente

museo messina nel '900Il Museo Messina nel ‘900, giorno 1 luglio, alle ore 20, darà avvio alla rassegna estiva “Storia e Spartiti: il ‘900 raccontato da musica e parole”. La manifestazione sarà inaugurata dall’assessore alla Pubblica Istruzione, alla Cultura ed alle Politiche giovanili, Daniela Ursino.

Dal mese di giugno, e fino a settembre, gli ampi spazi a verde del Parco Museo, saranno adibiti ad arena all’aperto, e ogni serata in programma avrà un tema differente. Saranno tre i generi musicali che, di volta in volta, esprimeranno il senso artistico del ‘900: per il primo trentennio la musica classica e lirica; dalla fine della seconda guerra mondiale al boom industriale, lo swing italiano, il jazz e il bughi bughi; ed infine, la musica neomelodica per gli ultimi decenni del ‘900.

La manifestazione, a cui parteciperanno volti noti del panorama musicale, illustrerà il secolo appena trascorso, valorizzando i suoi nodi più importanti attraverso la narrazione musicale, ma non solo. Il Museo, ormai struttura riconosciuta tra i luoghi chiave della cultura peloritana, ha voluto realizzare un assortito calendario di eventi, durante il quale si terranno le esibizioni di musicisti e cantanti: ognuno di loro, per l’occasione, creerà una scaletta di brani e musiche, per meglio raccontare l’epoca storica rappresentata, poiché non si tratterà esclusivamente di concerti, ogni artista sarà preceduto sul palco da uno storico, la cui partecipazione sarà indispensabile per narrare agli spettatori ciò che il musicista ha espresso con i suoi strumenti.

rassegna musica museo 900 messinaIl programma del primo evento, che sarà rispettato per tutti gli appuntamenti in calendario, prevede l’introduzione da parte del Direttore del Museo Messina nel ‘900, Angelo Caristi, a seguire l’intervento degli storici, per quest’occasione, Geri Villaroel, scrittore e giornalista, e Franz Riccobono, antiquario e storico – ogni serata vedrà la partecipazione di uno studioso diverso – i quali precederanno l’inizio del concerto. Il debutto della rassegna sarà condotto dal maestro Riccardo Pirrone, il quale, con il suo Quintet, si esibirà con i brani memorabili dello Swing Italiano, per raccontare il periodo della storia del nostro paese a cavallo tra il 1945 e gli anni ’50.

Il biglietto d’ingresso per ogni appuntamento avrà un prezzo di 8 euro, e prevede la visita guidata al museo, con le proiezioni di video e immagini d’epoca; l’intervento storico e il concerto. Chi volesse acquistare le entrate in prevendita potrà chiamare il numero telefonico 335-5269413, o potrà recarsi ai punti vendita ubicati all’agenzia viaggi Lisciotto, di via Garibaldi n. 106, al Discover Tourist Point, di via I Settembre, 110, o da Pirrone Rigenerazione, Via Giuseppe la Farina, 55. È possibile acquistare anche un abbonamento che include l’ingresso ai tre appuntamenti condotti dal maestro Pirrone, per un prezzo di 18 euro.