Messina, Signorino a passo di samba: l’assessore guarda al Brasile per promuovere il territorio

Ieri il confronto con Nelma Pieroni, la consigliera commerciale dell’ambasciata carioca in Italia: l’idea è di aprire a Messina un desk per facilitare le attività d’import/export dal paese sudamericano

guido signorinoL’assessore allo Sviluppo Economico, Guido Signorino, ha ricevuto oggi pomeriggio nella Sala Falcone Borsellino a Palazzo Zanca, esponenti dell’economia locale (Camera di Commercio, Confederazioni datoriali) e del mondo della ricerca (Università, CNR, Distretto della nautica) per presentare un progetto per il potenziamento dell’interscambio con il Brasile. Lo scorso lunedì 23 maggio l’assessore Signorino ha incontrato la consigliera commerciale dell’Ambasciata brasiliana in Italia, Nelma Pieroni, con la quale è stata valutata la possibilità di aprire a Messina un desk per facilitare le attività di import-export tra Brasile e Sicilia. Il progetto (già attivato in altre regioni d’Italia) potrebbe favorire in particolare l’interscambio dei prodotti tipici, dei prodotti ad elevato contenuto di innovazione e lo sviluppo di cooperazione nel campo della ricerca scientifica e tecnologica. L’Amministrazione avvia dunque un primo livello di consultazione territoriale per valutare le prospettive dell’iniziativa, destinata a coinvolgere l’economia della Città Metropolitana e dell’intera regione. I partecipanti hanno espresso vivo interesse per l’iniziativa. A seguito di questa riunione e di altri contatti istituzionali programmati, l’Amministrazione comunale manifesterà all’Ambasciatore del Brasile la propria disponibilità a valutare la proposta di attivazione del desk a Messina. “Guardiamo con estremo interesse alla proposta di apertura di un desk per l’interscambio Brasile-Sicilia a Messina – dichiara l’assessore Signorino – perché siamo convinti che tale iniziativa possa costituire un importante strumento per l’internazionalizzazione commerciale e produttiva delle nostre aziende e per l’attrazione di investimenti sul territorio. Si tratta di una risorsa potenziale molto importante per l’intera Città Metropolitana. È nostra intenzione coinvolgere il ministero per lo Sviluppo Economico (con cui abbiamo già avviato informali contatti) per una valutazione dell’iniziativa e per l’eventuale sviluppo di ulteriori sinergie istituzionali con la Camera di Commercio Italo-Brasiliana, con l’Istituto per il Commercio Estero e con le agenzie di supporto alle attività di import-export. Questo progetto rientra in un più ampio quadro di iniziative per l’internazionalizzazione che l’Amministrazione sta cercando di definire”.