Messina, l’Aula Magna dell’Università divisa tra studenti spagnoli e italiani per gli Europei

L’Aula Magna dell’Università di Messina diventa arena in occasione della proiezione del match “Italia-Spagna”: studenti spagnoli e italiani uniti nel tifo per la propria squadra

universita-messina_4_3Piena, pienissima e vibrante di passione. L’Aula Magna, che diventa arena in occasione della proiezione del match in cui l’Italia riesce a “matare” gli spagnoli e ad approdare ai quarti degli Europei di calcio, si è rivelato addirittura insufficiente per contenere la gioia degli studenti. Così, è stato utilizzato il “rinforzo” dell’Aula Cannizzaro, dove è stato allestito una seconda “fan zone”.
Una spinta in più per gli azzurri, che si è concretizzata fin dall’inno nazionale, quando i ragazzi di Unime hanno cantato a squarciagola, facendo venire i brividi. Poi, naso all’insù verso i maxi schermi e tanta gioia, anche nel vedere la gara accanto ai colleghi spagnoli, ospiti in Erasmus.
L’appuntamento, organizzato con il sostegno dell’Università dalle associazioni Ages, Archè, Articolo 21, Atreju, Crono, Ermes, Figli di Ippocrate, Uninsieme e Zancle, è diventato ormai un irrinunciabile momento per centinaia di studenti messinesi e non.
E, ovviamente, non finisce qui. Sabato alle 21 c’è una “finale anticipata”, quella contro la Germania. Si torna sulla scalinata, dunque, per la proiezione della gara.