Messina, l’Ateneo Peloritano fanalino di coda per le prospettive di guadagno e di carriera per i laureati

L’Università di Messina, secondo un’analisi svolta da Confapi, risulta ultima in classifica in termini di prospettiva di guadagno e di carriera per i laureati dell’Ateneo Peloritano

universita-messina_4_3Secondo l’analisi svolta da Confapi, l’Università degli Studi di Messina si è classificata tra gli ultimi Atenei italiani in considerazione alla prospettiva di guadagno e della carriera lavorativa dei laureati dell’Ateneo Peloritano. Il report ha preso in considerazione parametri come la comunicazione e i servizi digitali, le strutture, le spese per le borse di studio, i servizi e le politiche di internazionalizzazione. Oltre a quelle messinese, anche l’Università di Cagliari non gode di un buon primato: ad ogni Università analizzata è stato associato un valore iniziale di carriera tra i 30 mila e 500 euro e i 29 mila euro, ma per gli atenei di Messina e Cagliari il valore scende sotto la media a 27 mila e 500 euro. Tra tutte, grande risultato per l’Università di Padova e per gli istituti storici come la Bocconi e il Politecnico di Milano.