Messina: continuano le proteste dei sindacati nei confronti della Giunta Accorinti

Il sindacato di Messina Uil-Fpl  ha inviato una nota al sindaco Renato Accorinti lamentando le precarie condizioni nelle quali sono costretti a vivere da mesi i lavoratori dipendenti, i quali devono ancora ottenere il salario accessorio dell’anno 2015

giunta-accorintiNon tendono ad arrestarsi le proteste da parte del sindacato Uil-Fpl di Messina che, nelle persone di Pippo Calapai, segretario generale ed Emilio Di Stefano, segretario aziendale, hanno inviato una nota al sindaco Renato Accorinti e hanno lamentato le precarie condizioni di lavoro e l’ingiustificato ritardo nei pagamenti del salario accessorio. Il sindacato “non può che manifestare la propria amarezza nel registrare, ancora oggi, il notevole ritardo del pagamento al personale dipendente a tempo indeterminato e determinato del salario accessorio relativo a tutto l’anno 2015, nonché al personale della Polizia Municipale per i mesi di Ottobre/Dicembre 2015, avendo quest’ultimi già percepito il salario accessorio relativo ai mesi Gennaio/Settembre 2015”. Inoltre, la Uil-Fpl evidenzia il ritardo anche nella definizione dell’accordo del Contratto Decentrato Integratico per l’anno 2015 “la cui ipotesi è stata sottoscritta dalle parti di delegazione trattante già alcuni mesi addietro e, ad oggi, ancora nel limbo”. Infine, il sindacato invita l’amministrazione comunale ad un confronto, in modo da poter ristabilire l’ordine e garantire più diritti alla vita dei lavoratori dipendenti.