Messina, Cacciotto: “la cura del verde pubblico, l’igiene, i rifiuti sono delle etichette in negativo che qualificano la città”

Messina, Cacciotto si scaglia contro l’amministrazione comunale sulla cura del verde pubblico, l’igiene, i rifiuti che “caratterizzano la città”

montagne di rifiutiLettera del consigliere della terza circoscrizione di Messina, Alessandro Cacciotto, al sindaco Accorinti, all’assessore all’ambiente Ialacqua ed a Messinambiente:

Il sottoscritto consigliere della Terza Circoscrizione, Alessandro Cacciotto, inoltra la presente al fine di significare quanto segue. Purtroppo la cura del verde pubblico, l’igiene, i rifiuti sono ormai delle etichette in negativo che qualificano la nostra città. Se da un lato l’inciviltà di una parte dei cittadini è purtroppo un dato di fatto, dall’altra parte le responsabilità dell’Amministrazione sono evidenti. Messina è sommersa dai rifiuti, mancano interventi di disinfestazione, la vegetazione incolta fa da cornice alle strade, il porta a porta ancora un miraggio. Non ci vuole chissà quale attenzione per rendersi conto che tantissime strade e rioni cittadini sono travolti dalla spazzatura; Camaro S. Paolo, Camaro S. Luigi, Bisconte, Provinciale, Villaggio Santo…sono soltanto alcune zone interessate dalle discariche di questi giorni e non, nonostante il lodevole lavoro di tantissimi operatori di Messinambiente. Nelle strade si respira “odore” di spazzatura, gli insetti prolificano, per non parlare dei topi, blatte “sguinzagliate” sui marciapiedi. L’Assessore Ialacqua è mai salito a Catarratti dove le zanzare come sciami sono adagiate sulle finestre delle abitazioni di tanti residenti? Credo proprio di no… Ma cosa avrebbe detto Renato, se non fosse stato sindaco, ma un semplice cittadino, di questa situazione di assoluto degrado? Forse avrebbe preso un megafono ed urlato a squarciagola VERGOGNA. Negli ultimi giorni l’Assessore Ialacqua ha lanciato la notizia tanto attesa che il porta a porta può partire nel 1^ e nel 6^ quartiere; orbene, non potendo non essere contento che una parte della nostra città goda finalmente del porta a porta, mi viene da chiedere all’Assessore quando il porta a porta approderà anche nelle altre zone della città. A modesto avviso dello scrivente è inconcepibile che un vasto territorio, popoloso, circa 64.000 abitanti come quello del terzo quartiere non sia minimamente interessato dal porta a porta, nonostante i cassonetti siano sempre di meno e la spazzatura non raccolta sempre di più. Purtroppo è inaccettabile, dal punto di vista politico, l’atteggiamento di un Assessorato come quello all’Ambiente che dovrebbe garantire un minimo decoro in città e standard qualitativi di vita quantomeno dignitosi. La città è una pattumiera a cielo aperto e purtroppo non si intravede un minimo spiraglio di luce. Molte delibere della circoscrizione rimangono lettera morta così come le richieste individuali dei consiglieri. Messinambiente è, nonostante l’impegno di tantissimi lavoratori, una macchina che sbanda, dove lo stato di commissariamento che regna ormai da tempo unitamente alle pochissime risorse economiche non permette di guardare al di la del naso. Non posso che rimettermi ad una riflessione del Sindaco e dell’Assessore all’Ambiente affinchè in tempi brevissimi si provveda:

1)      Alla scerbatura dei villaggi secondo  le indicazioni impartite dalla Circoscrizione;

2)      Alla disinfestazione e derattizzazione di numerose zone, con priorità soprattutto verso San Paolo, San Luigi, Bisconte, Catarratti, Camaro, della terza circoscrizione;

3)      Alla immediata bonifica delle discariche di spazzatura che stanno mettendo in ginocchio sia i cittadini che gli esercizi commerciali, soprattutto alimentari;

4)      All’introduzione del porta a porta anche nel territorio del terzo quartiere, vista la densità di popolazione ed il numero assolutamente esiguo di cassonetti.

Il Consigliere della Terza Circoscrizione

Avv. Alessandro Cacciotto

Foto di repertorio