Messina, altra corsa contro il tempo: tre giorni per approvare il Piano Aro

La Giunta Accorinti deve a ottenere il disco verde dai revisori e dal Consiglio, per poi varare – in tempi strettissimi – la nuova Amam

daniele ialacquaL’assessore Daniele Ialacqua, durante la presentazione dei nuovi mezzi offerti a MessinAmbiente dalla Comieco, aveva fissato per il 30 giugno la deadline: restano tre giorni, dunque, alla scadenza del termine ultimo concesso dalla Regione per l’approvazione del Piano Aro, preludio obbligato – nei piani dell’Amministrazione di Messina – al passaggio alla Multiservizi che verrà. Il tour de force richiesto ha messo in allarme gli esponenti della Giunta, che dovrebbero tenere a battesimo la nuova Amam entro il 7 luglio. Una disperata corsa contro il tempo, data anche la vaghezza del progetto e le perplessità manifestate tanto dagli esponenti del civico consesso quanto dalle parti sociali. Il tutto al netto del fondamentale benestare da parte del Collegio dei Revisori dei Conti, per nulla scontato. Il rischio concreto è quello del commissariamento.