Manifestazione dinanzi la Casa Circondariale di Messina

Messina, manifestazione dell’Ugl dinanzi la Casa Circondariale. L’Ugl Polizia Penitenziaria, con il sostegno dell’Associazione Codici Sicilia, preannuncia che saranno intraprese azioni in tutte le sedi  volte a rendere note e denunciare tutte le eventuali irregolarità riscontrate

Gazzi“Il successo raggiunto ieri rappresenta solo l’inizio di una battaglia che l’Ugl Polizia Penitenziaria intende intraprendere accanto alle donne e agli uomini della Polizia Penitenziaria”. E’ quanto dichiara Alessandro De Pasquale segretario nazionale Ugl Polizia Penitenziaria, presente ieri alla manifestazione a cui hanno partecipato Giuseppe Messina, Segretario Regionale Ugl Sicilia ed il deputato dell’Ars Vincenzo Figuccia di Forza Italia.  Presente anche l’associazione Codici Sicilia, nella persona dell’Avv. Melita Cafarelli, responsabile della delegazione territoriale di Messina, che con un proprio comunicato fa sapere di condividere pienamente le ragioni della manifestazione. ”È inammissibile - dichiara De Pasquale - che in una struttura pubblica siano presenti ancora circa 250 mq di eternit, che costituiscono fonte di preoccupazione per tutte le persone che svolgono attività lavorativa all’interno della struttura penitenziaria messinese alle dipendenze di una Pubblica Amministrazione ma soprattutto per tutta la cittadinanza messinese. L’Ugl si batte per promuovere azioni volte a garanzia della legalità e della sicurezza del cittadino, si impegna a portare avanti una campagna di sensibilizzazione per garantire i diritti dei lavoratori che ogni giorno operano per la sicurezza del cittadino”.  L’Ugl Polizia Penitenziaria, con il sostegno dell’Associazione Codici Sicilia, preannuncia che saranno intraprese azioni in tutte le sedi  volte a rendere note e denunciare tutte le eventuali irregolarità riscontrate.
Gazzi