Lia Staropoli, associazione “ConDivisa”: “vicinanza al Carabiniere ferito da numerose coltellate a San Ferdinando”

Copia di San Ferdinando immigrati 07--330x185“Il Carabiniere si è difeso dopo aver subito almeno tre coltellate, mentre il collega ha riportato la frattura della mandibola, esprimiamo la nostra vicinanza ai Carabinieri aggrediti e auguriamo loro una pronta guarigione. Il carabiniere non aveva altre alternative per salvare la propria vita e quella dei presenti – dichiara Lia Staropoli, presidente dell’Associazione “ConDivisa” – Ci dispiace per la morte dell’immigrato ma troviamo irresponsabili determinati commenti che legittimano condotte criminali, se ci fosse stato un civile disarmato al posto del Carabiniere, probabilmente sarebbe rimasto ucciso, e conclude, auspichiamo che il Carabiniere non riporti conseguenze giuridiche in quanto si è trattato, senza ombra di dubbio, di legittima difesa”.