La Sicilia in fiamme: anche i Nebrodi coinvolti

La Sicilia in fiamme: anche i Nebrodi coinvolti. Antoci: “adesso guerra spietata ai piromani, non avremo pace fin quando non verranno assicurati alla giustizia”

IncendioDiversi incendi, alimentati dal forte vento di scirocco, stanno mettendo in difficoltà gran parte della Sicilia. Alcune zone dei Nebrodi tra cui Militello Rosmarino, Naso, Tusa, Mistretta, S.Stefano di Camastra, Motta d’Affermo, S.Agata Militello – solo per citare alcuni dei Comuni interessati-  stanno vivendo ore di forte apprensione. Chiusa anche l’autostrada A20 tra gli svincoli di Buonfornello e Castelbuono in entrambe le direzioni di marcia. I roghi stanno causando disagi ai residenti e lungo le vie di collegamento: numerose le segnalazioni e, come annuncia il Presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, è già partita un’azione di repressione nei confronti degli ignobili individui che alimentano disastro e terrore. Sul posto le Forze dell’Ordine ed il Corpo di Vigilanza del Parco dei Nebrodi con il difficile compito  di monitorare la zone colpite  ed evacuare, eventualmente, le abitazioni. Adesso la priorità sarà assicurare alla giustizia coloro che regolarmente ogni anno appiccano il fuoco, distruggendo i terreni e mettendo a repentaglio la vita delle popolazioni locali:  non daremo tregua ai piromani, sarà guerra spietata fin quando non verranno assicurati alla giustizia dichiara Giuseppe Antoci.