La Regione Calabria ospita la presentazione del bando welfare che impresa

regione calabriaSi terrà il prossimo martedì 28 giugno alle ore 11.30 presso i locali della cittadella regionale, la presentazione del  concorso per idee “Welfare che impresa!” rivolto alle giovani start up sociali chiamate a presentare progetti innovativi, dal forte impatto sociale e capaci di generare sviluppo locale. Alla presentazione prenderanno parte: Mario Oliverio – Presidente della Regione Calabria, Federica Roccisano – Assessore alla Scuola, Lavoro, Welfare e Politiche giovanili della Regione Calabria, Gaela Bernini – Responsabile Progetti Scientifici e Sociali di Fondazione Bracco, Alice Valente – Responsabile Comunicazione di Fondazione Italiana Accenture, Vincenzo Lazzaroli - Direzione Territoriale Calabria Sud di UBI Banca Carime, e sarà aperta dall’esposizione sullo scenario del welfare calabrese da parte della Prof.ssa Giovanna Vingelli, sociologa Unical , cui seguirà un dibattito tra esperti operanti nel settore quali Vincenzo Linarello, Presidente del Consorzio Sociale Goel, Angela Robbe, Presidente Legacoop Calabria e Don Ennio Stamile, Referente Libera Calabria e Giacomo D’Arrigo, Direttore Generale Agenzia Nazionale per la Gioventù.

“La scelta di presentare il bando presso la sede regionale – afferma l’Assessore Roccisano – vuole essere un’ulteriore riprova dell’impegno che il governo regionale del Presidente Oliverio verso un welfare innovativo e fatto di nuove imprese giovani. Immediatamente dopo l’uscita del bando e la presentazione nazionale dello scorso 8 giugno a Milano, ho gentilmente richiesto alla Fondazione Bracco la disponibilità per una tappa calabrese, dal momento che il concorso prevede una quota dedicata alle regioni del Sud e una collaborazione positiva con CampusGoel che proprio in Calabria lavora. In questo senso abbiamo pensato che una presentazione calabrese potesse avere il merito di diffondere la notizia a beneficio dei giovani calabresi che vogliono aprire un’attività in questo settore , cogliendo anche l’occasione per costruire un dibattito a più voci sul Terzo Settore, destinato a diventare sempre più importante, grazie alle riforme messe in campo sia a livello nazionale che regionale”.