La ciliegia di Roseto Capo Spulico dichiarata “la più bella d’Italia”

ciliegie“Che il sistema agricolo ed agroalimentare calabrese sia particolarmente ricco di varietà colturali e produzioni apprezzate è ormai circostanza nota ma è assolutamente incoraggiante verificare come, ciclicamente, molti dei nostri prodotti agroalimentari – già notissimi ed in alcuni casi invece meno conosciuti – ricevano apprezzamenti e riconoscimenti  nazionali e non solo”. Lo afferma in una nota Mauro D’Acri Consigliere Regionale.

“L’ultimo caso in ordine di tempo riguarda  la ciliegia di Roseto Capo Spulico che ha ottenuto il riconoscimento nazionale di “Ciliegia più bella d’Italia”; il premio – consegnato a Bari in occasione del 18° Concorso Nazionale “Ciliegie d’Italia” con protagoniste venti tipologie di ciliegie provenienti da otto regioni italiane – attesta come nel territorio del comune jonico calabrese ci sia stata una intelligente e lungimirante politica di coltivazione, promozione e valorizzazione di questa eccellenza locale. Uno sforzo congiunto ed apprezzabile che ha visto insieme i produttori e l’amministrazione comunale all’insegna di quella consapevolezza sulla strategicità delle produzioni agricole che dovrebbe essere sempre più diffusa”.

“Il nostro patrimonio agricolo regionale si compone infatti di un significativo numero di produzioni tutelate e promosse dai marchi, dalla DOP all’IGP, dalla DOC alla IGT, ma è costituito anche da prodotti sui quali le comunità locali sono state capaci di costruire micro-filiere di qualità mediante la De.Co come ad esempio a Roseto capo Spulico dove la ciliegia può fregiarsi della   Denominazione Comunale d’Origine. I miei complimenti vanno ai produttori, all’amministrazione comunale e ad una comunità che ha saputo valorizzare una storica vocazione produttiva; alla ciliegia rosetana che fa parte a pieno titolo del tesoro agricolo calabrese va dedicata particolare attenzione perché il riconoscimento ottenuto ha tutta l’aria di essere il primo importante passo di un percorso che sarà certamente ricco di altre soddisfazioni”.