Istituito l’albo d’oro del Sidus Club di Siderno

Gianfranco Marino e Albarosa DolfinIstituito l’Albo d’Oro del Sidus Club riservato alle figure professionali che hanno contribuito a vario titolo a dare lustro alle attività del Club. A tracciare un quadro sulla realtà associativa sidernese spiegando il senso della nuova iniziativa legata all’istituzione dell’albo d’oro, è la presidente del Club, Albarosa Dolfìn Romeo. “Il nostro – spiega – è un Club molto prestigioso nato nel lontano 1985 che racchiude diverse professionalità che operano a vario titolo nella locride e non solo. Tra le nostre attività rivolte prevalentemente al mondo della cultura ci sono la promozione della tutela dei beni archeologigi, una particolare attività che portiamo avanti nelle scuole di concerto col Museo Archeologico di Locri e poi ancora oltre ad una consistente parte legata alla convegnistica, c’è da segnalare Borghinfiore, una iniziativa attraverso la quale intendiamo premiare ogni anno un borgo della locride ritenuto meritevole rispetto ad un percorso di riqualificazione urbana e decoro. Da qualche settimana, oltre ad avere tenuto a bettesimo il Club dei Kouroi riservato ai nostri giovani, abbiamo anche un’altra novità, rappresentata dalla nascita dell’albo d’oro del Club, uno spazio onorifico riservato alle personalità della provincia reggina che a vario titolo ed attraverso la propria attività hanno contribuito a dare lustro alle attività del Club. Ad inaugurare questa speciale sezione è stato qualche giorno addietro il Dottor Gianfranco Marino, professionista bovese premiato per il suo impegno giornalistico culturale e per il recente impegno politico nella veste di vicesindaco di Bova e soprattutto in quella di Coordinatore Regionale del Club dei Borghi più Belli d’Italia. La sua testimonianza in tal senso ci ha fatto compagnia nell’ultimo triennio di attività, apportando un tangibile contributo alla crescita del Club. Tra le altre cose – conclude la presidente – un doveroso grazie all’amico Gianfranco va per il suo attuale impegno rispetto ad un nostro progetto legato a Borghinfiore, infatti attraverso la sua supervisione unita a quella degli altri componenti della commissione, è in fase di redazione la carta della sostenibilità dei borghi, un documento che verrà sottoposto ai sindaci dei borghi della locride col coinvolgimento del direttivo nazionale del Club dei Borghi più Belli d’Italia”.