Crotone, Vrenna: “per il rilancio bisogna puntare su arte, cultura e sport”

RAFFAELE-VRENNA“Per la provincia di Crotone bisogna puntare, come sta facendo il Governo, su arte e cultura, ma soprattutto sull’università”. E’ convinto Raffaele Vrenna, imprenditore e presidente del Crotone calcio, che la Calabria debba partire da alcuni capisaldi imprenscindibili. “Con il Crotone in Serie A ci sarà sicuramente un indotto importante e grosse ripercussioni positive per la città. La storia del mondo è nata qui a Crotone con la Magna Grecia, abbiamo tanti reperti archeologici, quindi la facoltà di archeologia può essere un volano. Poi una facoltà di biologia marina, visto che abbiamo la prima riserva marina in Europa come estensione e la terza al mondo. Una facoltà di energy manager, perché sul nostro territorio c’è la maggiore produzione di energia a livello nazionale, e la facoltà di matematica, perché siamo la città di Pitagora. Con questo credo si possa avere uno sviluppo immediato”, afferma Vrenna all’Adnkronos. Nel corso dell’Assemblea degli industriali calabresi è stato presentato uno studio sull’economia regionale di Unindustria dal titolo “L’economia smarrita”. Secondo Vrenna oltre all’arte e alla cultura, un altro settore su cui puntare è “il turismo, visto che siamo una delle regioni più belle del mondo, non solo d’Italia, con 700 km di coste, tre montagne importanti, un mare pulito. Siamo inoltre la Regione maggiore produttrice di acqua a livello nazionale. Su tutto questo si potrebbe creare una grande risorsa economica e di sviluppo”, conclude Vrenna.