Costituita la squadra di Federpreziosi Reggio Calabria

Federpreziosi (3)L’orafo è uno dei mestieri più antichi del mondo con una lunga tradizione artistica che lo pone tra le figure professionali di rilievo che meglio sanno coniugare tecnica e creatività. Progetta, realizza e ripara oggetti in oro o in altri materiali preziosi come argento e platino ed implica un’elevata conoscenza e precisione nella lavorazione di ogni singolo materiale. Un lavoro che è connubio tra passione e mestiere: il gioielliere, protagonista indiscusso dell’incontro organizzato, e fortemente voluto, da Confcommercio Reggio Calabria in collaborazione con Federpreziosi Confcommercio Italia. “Il gioielliere: passione, competenza e…” è stato un incontro atipico, non tradizionale, riservato al mondo ‘dorato’ reggino che si è messo in discussione di fronte ai continui mutamenti del mercato e all’evoluzione del sistema normativo. Un dibattito fi­nalizzato a far emergere spunti ed indicazioni per dare vita a un gruppo di operatori in cui le sinergie andranno a costituire un patrimonio di esperienze comuni, dal quale attingere nuove inspirazioni per la propria attività commerciale. Un interscambio di esperienze, quindi, con l’obiettivo di costituire un tavolo di confronto non occasionale ma costante nel tempo, dove da concorrenti si diventa colleghi e poi, magari, complici di una concertazione più ampia a favore non del singolo ma dell’intera collettività. Così si è costituito il gruppo di lavoro che già nei prossimi giorni si riunirà per eleggere Presidente e direttivo di Federpreziosi Reggio Calabria. La Federazione Nazionale delle Imprese Orafe Gioielliere Argentiere ed Orologiaie Confcommercio Imprese per l’Italia, Federpreziosi, nasce il 20 giugno del 2012 dall’evoluzione della Federazione Nazionale Dettaglianti Orafi, Gioiellieri, Argentieri, Orologiai – Federdettaglianti Orafi, fondata nel 1953.

Conta all’attivo circa 8000Federpreziosi (2) aziende orafe tra dettaglianti, grossisti, rappresentanti, commercianti di pietre preziose, artigiani e fabbricanti. «Federpreziosi, non svolge solamente un’opera di tutela sindacale dei legittimi interessi delle imprese rappresentate, ma svolge un’azione tendente alla crescita, in termini di professionalità del singolo operatore – ha spiegato il Direttore Federpreziosi Confcommercio Italia, Steven Tranquilli -. Bisogna rilanciare il mercato del gioiello cercando di ricostruire uno spirito di gruppo tra imprenditori del settore orafo che si è perso negli anni per uno dei mestieri più affascinanti che ci possa essere». «Per far ciò – ha aggiunto Presidente di Confcommercio Reggio Calabria, Giovanni Santoro – saranno messe in campo diverse iniziative per ricompattare l’intero settore attraverso la formazione, la risoluzione di diverse problematiche di interesse comune ma – ha concluso Santoro – è importante fare rete». Il settore dell’oreficeria e della gioielleria negli ultimi anni è caratterizzato da un andamento economico poco brillante e da un sostenuto livello di competizione. «Siamo dalla parte delle imprese, siamo presenti e attivi sul territorio – ha ribadito con soddisfazione il Direttore Confcommercio Reggio Calabria, Marisa Lanucara nel vedere la sala conferenze gremita da orafi e gioiellieri -. I tanti cambiamenti, veloci e significativi, non ci permettono più di restare all’interno di un singolo comparto. Bisogna essere positivi e uscire dagli schemi». Sulla stessa lunghezza d’onda il vice Presidente Federpreziosi Confcommercio Italia, Mario Bartucca, Punto di riferimento degli orafi calabresi, di cui è il rappresentante istituzionale, è conosciuto nel settore per la sua “sete” di sapere: «Bisogna lavorare preventivamente per affrontare le nuove sfide di mercato e le tante problematiche inerenti il comparto e per farlo sono necessari il confronto, la formazione e la conoscenza».