Cosenza: la Provincia con l’Unical per l’Ambiente

54acbce7-fdfb-4f84-9a96-280904b71588La Provincia con l’Unical a favore dell’ambiente, cofinanziatrice del Corso di aggiornamento in “Tecniche per la Difesa dall’Inquinamento” (Terme Luigiane di Acquappesa – Guardia Piemontese dal 15 al 18 giugno), ha portato i saluti dell’Ente e gli auguri di buon lavoro ai professionisti presenti per il tramite dell’Ing. Giuseppe Nardi, Dirigente del Settore Ambiente e Demanio, con un intervento su “Attività e competenze delle Province in materia ambientale alla luce del nuovo riordino delle funzioni per effetto della Legge n. 56 del 7 aprile 2014”.
L’intervento del dott. Nardi, che sarà inserito nel volume concernente gli atti del Corso, evidenzia il profondo cambiamento normativo verificatosi a seguito della Legge Delrio e proseguito in Calabria con Legge Regionale n°14/2015 e con successiva Deliberazione della Giunta Regionale n°369 del 24/09/2015, avente a oggetto proprio l’attuazione del processo di riordino delle funzioni delle Province. In questo contesto – ha proseguito il Dirigente provinciale – le funzioni relative al Demanio idrico, alle Autorizzazioni alle emissioni in atmosfera ed all’Autorizzazione di impianti di gestione rifiuti in procedura ordinaria, delegate a suo tempo alle Province a seguito della Legge Regionale n°34/2002, sono a oggi di competenza della Regione Calabria. Pertanto, Giuseppe Nardi ha rimarcato che “allo stato attuale rimangono in capo alle Province la tutela delle acque dall’Inquinamento, con il rilascio delle Autorizzazioni allo scarico in corpo idrico superficiale ed in mare; l’approvazione preliminare dei progetti di modificazione o ampliamento di impianti di depurazione esistenti, a servizio delle pubbliche fognature, ai fini dell’accertamento della conformità degli interventi alle norme tecniche previste dalla normativa vigente; il controllo, la verifica e il monitoraggio degli interventi di bonifica dei siti contaminati; l’iscrizione nel Registro provinciale per gli impianti in procedura semplificata di recupero e smaltimento dei rifiuti; il controllo periodico su tutte le attività di gestione, intermediazione, commercio rifiuti e accertamento delle violazioni stabilite da norme specifiche, nonché la gestione del contenzioso in materia e il controllo di tipo tributario per il deposito dei rifiuti in discarica”.
Il Corso di Aggiornamento in “Tecniche per la Difesa dall’Inquinamento”, organizzato dai Dipartimenti di Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, Ingegneria Chimica e Ingegneria Civile dell’Università della Calabria.e dalle sezioni calabresi del Centro Studi Acquedotti e Fognature e dell’Associazione Idrotecnica Italiana, è diretto dal prof. Giuseppe Frega e coordinato dal prof. Francesco Macchione.
Finanziato in parte dalla Provincia di Cosenza – Settore Ambiente e Demanio – che ha partecipato con un contributo alla stampa degli atti del Corso, si rivolge a professionisti operanti nel settore dell’Ingegneria Ambientale, con lo scopo di fornire un aggiornamento professionale sulle tecniche di progettazione; sui problemi di gestione e sul quadro degli interventi pubblici nel campo delle opere di acquedotti, fognature, depurazione dei liquami, smaltimenti dei rifiuti; sulla salvaguardia dell’ambiente, sulla programmazione nazionale ambientale e sulla situazione calabrese.