Confedilizia Reggio Calabria: “la tassa sugli ascensori è stata scongiurata”

tasse“Grazie alle proteste di Confedilizia – scrive in una nota- recepite dal Governo la cosiddetta tassa sugli ascensori è stata scongiurata. La tassa prevedeva costosi aggiornamenti per la sicurezza degli impianti realizzati prima del 1999, superflui in quanto gli impianti sono già ampiamente sicuri e la percentuale di incidenti è bassissima. Confedilizia continua a tutelare i proprietari di immobili dalle ingerenze dell’Unione Europea che preme sul Governo italiano per inasprire ulteriormente le tasse sugli immobili e per il completamento della riforma del catasto. L’associazione, replicando ai burocrati di Bruxelles attraverso il proprio presidente Giorgio Spaziani Testa, ha evidenziato che in Italia dal 2012 le tasse patrimoniali sulla casa si sono triplicate mentre gli importi degli affitti si sono ridotti in media del 30%. Le richieste europee – prosegue la nota- si basano sul presupposto vecchio ed errato che l’edilizia non sia una attività produttiva ma parassitaria e non considerano che gli immobili sono uno dei settori più vitali e importanti di una nazione. La depressione del settore e il calo del valore degli immobili a causa della pesanti imposizioni fiscali, è stata la causa principale della depressione dell’intera economia italiana che fatica a riprendersi. Confedilizia chiede al Governo l’estensione della cedolare secca alle locazioni commerciali e la proroga della tassazione al 10% per i contratti che la prevedono. Il commercio è uno dei settori più danneggiati dalla crisi ed una tassazione minore consentirebbe ai proprietari di limitare l’importo dei canoni di locazione, favorirebbe la ripresa delle compravendite che sono crollate dopo l’entrata in vigore dell’Imu ed eviterebbe il deteriorarsi degli immobili con il conseguente degrado urbanistico e la desertificazione di intere zone”, conclude la nota.