Concerto degli Etnofolk a Pellaro

Versosud (1)Concerto degli Etnofolk a Pellaro per i Festeggiamenti in onore di Maria Santissimi del Monte Carmelo il prossimo 17 luglio. Il Gruppo musicale “VERSUD ETNOFOLK” nasce nell’estate del 2012 a Lazzaro, grazie ad un gruppo di amici che decidono di riscoprire il piacere di suonare insieme facendo vibrare le corde delle proprie radici, rispolverando vecchi brani della tradizione e della cultura popolare filtrandoli attraverso linguaggi e stili musicali innovativi. Col passare degli anni è maturata anche l’esigenza di portare al panorama musicale testi e musiche inedite che hanno fatto si che il gruppo si contraddistinguesse nella miriade di band nate nel corso degli anni. Infatti, a differenza di molti amici addetti al settore, i VERSUD, amanti delle sfide, non propongono Cover di altre band, piuttosto preferiscono portare avanti i loro testi, le loro musiche nate con loro, nate nella loro sala prove, fatte rifatte, provate e riprovate sempre con grande impegno e dedizione. La tarantella è una vera e propria forma d’arte, e come tale rappresentabile in ogni luogo e in tutto il mondo, così come avviene normalmente per il flamenco  ed altre danze, e infine contaminabile, cioè suscettibile di assumere nel suo ambito influenze di altre culture musicali e di nuovi modelli espressivi

Lo spettacolo: Un viaggioVersosud (2) tra le danze del Sud Italia alla ricerca di scenari, atmosfere, suggestioni offerte dalla musica tradizionale ed etnica, al ritmo di tamburelli, fisarmoniche, organetti, lira calabrese ecc.  I live sono tutti incentrati su delle tematiche come l’Amore, la Donna, il Riscatto Sociale, lo “ Sciala Cori“. “Quandu l’amuri è majia” è il brano che più di ogni cosa fa capire quanto la tematica dell’amore venga fuori dal loro spettacolo, tematica sulla quale si basano gran parte dei pezzi inediti che ne fanno da cornice. I Versud attraverso la Voce di Giuseppe Scopelliti, amano spiegare al pubblico i significati delle loro canzoni, dei pezzi della tradizione del Mezzogiorno d’Italia, senza lasciarlo nell’oblio, ma cercando di fargli vivere quel filo logico, quella magia che li faccia essere parte attiva dei live. Un’associazione, quella dei Versud Etnofolk, che ha fatto delle tradizioni popolari oggetto di studi approfonditi per risalire alle origini e scoprire che la nostra Calabria è stata un crocevia di popoli che hanno originato la nostra cultura ricca di sfumature, rendendola unica e originalissima, impregnata di colori e calore mediterraneo. Un bagaglio culturale che ognuno di noi dovrebbe portare sempre fiero e consapevole con se, per avere ben chiara la propria identità La concezione di fare MUSICA si basa sulla ricerca interiore di chi compone i testi dei nostri brani e sulla ricerca culturale, poiché come diceva il grande, per noi punto di riferimento MIMMO MARTINO “Un popolo senza tradizione, è come un albero senza radici, è destinato a morire”.

Il gruppo si compone di otto elementi:

1) Salvatore Ambrogio (Chitarre)
2) Antonio Borruto (Tamburello e Percussioni)
3) Demetrio Dattola (Organetto, Lira,Fisarmonica)
4) Paolo Fotia (Voce, Fisarmonica)
5) Renato Minniti (Basso)
6) Santo Minniti (Voce)
7) Giuseppe Scopelliti (Voce, Chitarra, Lira, Pipita, Flauti doppi “Fischiotti”)
8) Michaela Stillittano (Voce, Danze)