Città Metropolitana, Irto: “allargate il novero delle competenze del nuovo ente”

città metropolitana reggioGrazie alla proposta di legge approvata quest’oggi su iniziativa della Giunta, anche il Consiglio regionale dà il proprio fattivo contributo per l’entrata in vigore della Città metropolitana di Reggio Calabria. Si tratta del primo intervento in tale direzione cui seguiranno altri provvedimenti normativi. Il testo varato dall’Assemblea allarga il novero delle competenze del nuovo ente, completandole con il trasferimento di deleghe, funzioni, risorse economiche e personale della Regione”. Lo afferma il presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto, che spiega: “Con questa legge restano in capo alla Provincia di Reggio le vecchie funzioni della legge 34, che lo scorso anno erano tornate alla Regione nell’ambito del riordino complessivo delle competenze, reso necessario dalla legge Delrio. Adesso quelle funzioni, come ha ricordato il vicepresidente della Giunta Viscomi, tornano nella disponibilità della Provincia in attesa che quest’ultimo ente lasci definitivamente il posto alla Città metropolitana”. Ad avviso del rappresentante di Palazzo Campanella, “il proficuo lavoro che gli uffici del Consiglio hanno svolto, anche nella Prima commissione presieduta dal collega Sergio, ha consentito di accelerare ulteriormente la piena definizione dell’architettura istituzionale della Città metropolitana. Una sfida, quest’ultima, alla quale da calabresi e da reggini guardiamo con fiducia e speranza, nella consapevolezza del ruolo centrale che Reggio dovrà assumere dal prossimo autunno in Calabria, nel Mezzogiorno e nel bacino del Mediterraneo”.