Caridi (FI): “con la ripartizione dei fondi 2016 le province calabresi saranno al verde”

senatore caridi 02“Sono esterrefatto dal comportamento di questo governo, mi lacero il cuore nel vedere la Calabria trattata così male, sono allibito dai tagli legati alla ripartizione dei fondi 2016 per le province calabresi. In un mare di negatività, la sola nota positiva è rappresentata dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, non intaccata da suddetto provvedimento dopo i lunghi sforzi, programmatici, del centrodestra in passato. Una piccola vittoria, nostra a tutti gli effetti, per la quale faccio fatica ad esultare; un parlamentare che vede fortemente depauperate le singole province della regione a cui appartiene vive una sconfitta che lo deve spronare a far meglio e così sarà”, scrive in una nota il senatore Caridi. “I tagli -prosegue-  se venissero confermati, annuncerebbero un default per l’intera Calabria che vedrebbe: Cosenza con un taglio di 26 milioni, Catanzaro 22 milioni, Crotone 6 milioni e la provincia di Vibo Valentia già in dissesto. Tralasciando per un momento Reggio Calabria che, ci tengo a sottolinearlo, è esentata dalla ripartizione dei fondi grazie agli sforzi ascrivibili al centrodestra, questo provvedimento, se venisse varato, rappresenterebbe un problema difficile da superare.
I tagli andrebbero a minare l’operato di ogni singola provincia che non sarebbe in grado di assolvere alle funzioni attribuite all’ente intermedio della riforma Delrio, per esempio, dalla manutenzione stradale alla supervisione, concernente la fruibilità, degli edifici scolastici. Questi ambiti non possono essere oscurati dalle manovre del governo che tenta ogni giorno di eclissare la nostra terra. Non arretrerò di un passo, a testa alta, combattendo metaforicamente una battaglia in tutela della mia Calabria“, conclude.