Barcellona P.G., inchiesta “Badge”: partono le condanne [NOMI e DETTAGLI]

A Barcellona P.G. la Corte di Cassazione ha confermato la condanna per 9 persone indagate nell’ambito dell’inchiesta “Badge” che ha fatto emergere numerosi casi di assenteismo di diversi impiegati del Comune

comune barcellona pgA Barcellona Pozzo di Gotto sono stati condannate 9 persone nell’ambito dell’inchiesta “Badge“. La Corte di Cassazione ha confermato le sentenze emesse in primo grado per i condannati che, dopo mesi di indagini da parte dei Carabinieri, avevano collezionato numerosi giorni di assenteismo dal lavoro. Si tratta di Salvatore Ballinvia, che dovrà scontare due anni e sei mesi di reclusione e pagare una multa di 800 euro;  Maria Rosa Milone, condannata a due anni di reclusione e 600 euro di multa; per Antonino Calabrò, invece, è stata confermata la condanna a due anni di reclusione e 300 euro di multa; mentre Maria Tindara San Giovanni dovrà scontare un anno e sei mesi di reclusione e 500 euro di multa. Sei mesi di reclusione per Giuseppe Cutugno, che dovrà pagare una multa di 300 euro, e Oreste Zucco, condannato a pagare 200 euro. Infine condanne per 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa per Grazia Marullo, Patrizia Passeri e Santa Bucca. Tutti i 9 condannati, inoltre, dovranno risarcire il danno e liquidarlo in favore  del comune di Barcellona P.G., il quale si è costituito parte civile in tutti i tre gradi di giudizio. Per le altre 35 persone indagate nell’inchiesta di assenteismo, è scattata, invece, la prescrizione.