Avviata l’operazione “mare sicuro” a Vibo Valentia

guardia costiera (2)Nel corso di un’apposita conferenza stampa tenutasi  presso la Capitaneria di Porto di Vibo Valentia Marina dal Comandante C.F. (CP) Antonio LO GIUDICE, è stata descritta l’organizzazione predisposta, come ogni anno, dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera –, dell’Operazione Mare Sicuro 2016, che ha avuto inizio lunedì 18 giugno e si concluderà domenica 18 settembre 2016. L’attività, ha spiegato il Comandante LO GIUDICE, ha come obiettivo quello di vigilare, lungo gli 8.000 km di spiagge italiane, per far si che le Ordinanze di Sicurezza Balneare, emanate dalle locali Capitanerie e Uffici Circondariali Marittimi vengano rispettate dai diportisti, dai bagnanti, dai Concessionari di strutture balneari e dalle Amministrazioni Comunali. Nel Compartimento Marittimo di Vibo Valentia Marina, uno dei più grandi d’Italia, che si estende per circa 220 km da Nord verso Sud da Maratea (PZ) fino a Nicotera (VV), abbracciando trentasei Comuni Costieri e quattro Province (Potenza – Cosenza – Catanzaro – Vibo Valentia) sul versante Tirrenico, il dispositivo operativo, già collaudato nelle precedenti stagioni estive, e che seguirà le direttive regionali impartite dalla Direzione Marittima di Reggio Calabria, è stato quest’anno riconfermato. Saranno in totale 70 i militari quotidianamente impiegati, sedici i mezzi navali che opereranno rischierati nei Porti di Maratea, Cetraro, Amantea, Vibo Marina, Tropea e presso gli approdi di Diamante e Paola. Tale predisposizione che comprende nove motovedette e cinque gommoni veloci, garantirà insieme alle dodici pattuglie terrestri giornaliere, il tandem “terra-mare” per la copertura di tutto il Compartimento Marittimo di Vibo Valentia Marina. Le Sale Operative dedite al coordinamento delle attività di soccorso e di polizia saranno quelle della Guardia Costiera di Vibo Valentia Marina per il Circondario compreso tra i Comuni di Amantea e Nicotera, della Guardia Costiera di Cetraro per il Circondario compreso tra Belvedere e Belmonte e quelle della Guardia Costiera di Maratea per il Circondario da Maratea a Diamante. Per meglio garantire una prontezza di intervento in caso di attività di polizia marittima, la copertura del tratto costiero del Comune di Belmonte, verrà assicurato dalle due pattuglie della Guardia Costiera di Amantea e dal gommone veloce GC 353, rischiarato nel porto turistico di Campora. Tale attività garantirà una maggiore efficienza ed efficacia nel controllo della Zona di Tutela Biologica di Amantea, nella quale ricade anche il Parco Marino Regionale Scogli di Isca.  Tre gli Ufficiali Coordinatori dell’operazione che metteranno in atto le direttive del Capo del Compartimento Marittimo; il Capo Servizio Operativo della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia Marina T.V. (CP) Agazio TEDESCO e i due Capi di Circondario Marittimo di Cetraro e Maratea, rispettivamente gli Ufficiali T.V. (CP) Gabriele CIMOLI e il T.V. (CP) Angelo LABELLA. Confermate, anche quest’anno le attività preparatorie dell’operazione “Mare Sicuro”, con corsi di Salvamento Nuoto e, grazie al responsabile del Servizio del 118 di Vibo Valentia, sono stati altresì organizzati i corsi BLSD per tutti i guardacoste che dovranno quotidianamente operare a mare ed a terra. Tutti hanno dovuto, anche se già precedentemente abilitati, sostenere delle rigide prove fisiche di salvamento per poter essere nuovamente impiegati nell’operazione. Confermati anche quest’anno gli “info-point”, che verranno organizzati in orari serali nei Comuni ad alta densità turistica al fine di distribuire depliant informativi e ribadire il concetto “dell’agire responsabile” da parte dell’utenza, nonchè sul corretto uso delle spiagge, del mare, sul sistema di sicurezza attivato sui litorali e sul numero 1530. Novità riconfermata, dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è l’iniziativa del bollino blu, che consiste nel rilasciare ai diportisti controllati un adesivo da affiggere sull’unità controllata e risultata in regola sia sotto il profilo della documentazione che delle dotazioni di sicurezza da tenere a bordo. Grazie al bollino, infatti, si cercherà di evitare ulteriori controlli dalle varie di forze di polizia operanti in mare. Tutte le attività operative della Guardia Costiera “aggiunge il Comandante “LO GIUDICE”, raggiungono il massimo sforzo durante il periodo estivo, dai controlli agli stabilimenti balneari, ai corsi d’acqua sfocianti in mare, alla navigazione a motore, alle moto d’acqua, alla pesca subacquea e professionale, al controllo delle navi da passeggeri che espletano le tratte da e per le Isole Eolie, nonché ad una costante presenza dei militari del Corpo della Guardia Costiera nelle ore di maggior afflusso di bagnanti lungo le spiagge. Inoltre le chiamate effettuate da telefonia mobile dal mare verso il numero blu gratuito 1530, ovvero dai Comuni del Compartimento Marittimo, che in precedenza venivano ricevute dalla Centrale Operativa del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto di Roma, vengono ad oggi instradate direttamente verso la Sala Operativa sede di U.C.G. di Vibo Valentia Marina, così da avere una più efficace risposta in termine di tempistica per l’utenza.