Annullati i licenziamenti al Consorzio Jonio catanzarese dopo il faccia a faccia tra Oliverio e Manno

mario oliverio a rogliano (2)La deputazione del Consorzio accoglie la determinata e motivata sollecitazione di Oliverio e annulla la procedura di licenziamento di undici dipendenti Il “faccia a faccia” che si è svolto nella sede della Giunta Regionale, tra il Presidente della Regione Mario Oliverio e il Presidente del Consorzio di Bonifica Grazioso Manno ha segnato in modo indelebile un punto di svolta positivo rispetto agli undici licenziamenti collettivi che la Deputazione Amministrativa del Consorzio aveva deliberato. L’incontro, che si è tenuto dopo le recenti manifestazioni indette dai sindacati dei lavoratori (Flai-Cgil – Fai-Cisl- e Uila-Uil) presso la Cittadella Regionale., è stato il passo decisivo che ha permesso stamane alla Deputazione Amministrativa del Consorzio di accogliere la determinata e motivata sollecitazione del Presidente Oliverio e deliberare di annullare la procedura di licenziamento collettivo. “Sia l’esito che i contenuti dell’incontro – riferisce Manno – hanno generato una grande soddisfazione. Con il Presidente Oliverio, che ben conosce la situazione di tutti i Consorzi di Bonifica, vi è stata piena sintonia sugli argomenti affrontati e questo, si è convenuto, rappresenta solo l’inizio di un nuovo, rinnovato, progettuale e veloce percorso che nei prossimi giorni si concretizzerà in incontri operativi e specifici. Ho avuto modo di illustrare al Presidente Oliverio – continua – la situazione e l’impegno del Consorzio, l’attività sul territorio che si concretizza nella stretta collaborazione con i Comuni, in un servizio continuo ai consorziati, nonché l’azione profonda e decisiva portata avanti con grande capacità e attenzione dalla nuova Amministrazione consortile (componenti la Deputazione e consiglieri tutti) che, assumendosi un ruolo da protagonista, in sinergia con il “management” amministrativo/tecnico del Consorzio, si è assunta il coraggio delle scelte attuando una severa e costante revisione della spesa . Vi è stata – sottolinea altresì – una piena unità di intenti, tra l’Istituzione regionale e quella consortile, anche sul ruolo sempre più importante che dovranno assumere i Consorzi di Bonifica sul dissesto idrogeologico, con  la necessità di un Piano Regionale di messa in sicurezza del territorio che non può prescindere e deve essere un tutt’uno, come è stato rimarcato, con l’integrazione con la gestione delle risorse idriche. E’ stato concordato che passi decisivi, con un autentico cambio di marcia, dovranno essere fatti sulla forestazione e sul Piano alvei, che dovrà prevedere la dotazione ai Consorzi di un parco di mezzi meccanici. “Ho potuto tangibilmente riscontrare che vi è, da parte di Oliverio, una chiara visione di quelli che sono i benefici e le opportunità reciproche, attraverso una azione ambiziosa capace di imprimere la necessaria accelerazione, misurabile nei risultati da ottenere con una incessante iniziativa, con processi di innovazione e attuazione di tutte quelle che sono le competenze specifiche dei Consorzi.. Mi preme sottolineare (e gliene sono grato) – aggiunge Manno – l’essenziale e competente ruolo del Consigliere Delegato all’agricoltura Mauro D’Acri, che ha seguito tutte le delicate fasi della vicenda, nonché l’importante e responsabile azione dei sindacati confederali provinciali, regionali  insieme alle rappresentanze aziendali. La loro battaglia – conclude Manno – è stata a mio parere determinante”.