Andrea Sianesi è il nuovo chairman di Ace

Andrea Sianesi, dean del Mip Politecnico di Milano graduate school of business, per il prossimo biennio sarà anche chairman di Ace, la prestigiosa Alliance of chinese and european business schools

sianesi_andreaAndrea Sianesi, dean del Mip Politecnico di Milano graduate school of business, per il prossimo biennio sarà anche chairman di Ace, la prestigiosa Alliance of chinese and european business schools: lo hanno infatti eletto a Pechino i Dean delle venti business school europee e cinesi che sono membri fondatori dell’associazione.
Ace, nata nel 2013 a Angers, in Francia, sotto l’egida dell’Efmd e fortemente voluta in particolare dalla francese Escca school of management e da Efmd Asia, raggruppa venti tra le maggiori scuole di business europee e cinesi, una per ciascuno stato europeo aderente (l’Italia è appunto rappresentata dal Mip) e dieci dell’estremo Oriente.
Tutti i partner di Ace sono membri attividell’Efmd, una rete che riunisce oltre 800 note organizzazioni che si occupano di management in 81 paesi del mondo e da più di 40 anni è impegnata nell’accrescere la qualità della formazione manageriale. Tra le altre cose gestisce il sistema di accreditamento Equis, creato nel 1997 come primo standard globale per l’auditing e la valutazione di istituti al di fuori dei confini nazionali.

“Sono molto felice di questo riconoscimento -commenta Andrea Sianesi- che conferma ancora una volta l’ottima reputazione che il Mip e il Politecnico di Milano si sono conquistati in Cina, dove siamo presenti e lavoriamo con successo da molti anni. Il mercato cinese, infatti, sta acquisendo per l’Italia sempre maggiore importanza, sia in termini di import-export che per numero di imprese a partecipazione italiana in Cina, e il Mip ritiene fondamentale fornire al nostro tessuto imprenditoriale e manageriale le competenze e il network necessari ad affrontare le nuove sfide che ne conseguono”.
Non è un caso, quindi, che proprio nell’ambito di Ace il Mip abbia lanciato la proposta di realizzare un programma di studi innovativo che mettesse a sistema le risorse sino-europee. Così è nato il master Ace, che vede già da qualche anno il Mip collaborare attivamente con sei business school orientali: Beijing Jiaotong, PolyU, Ucas, Shufe, Swufe and Xiamen university.
“L’obiettivo di Ace -si legge in una nota- è raggiungere l’eccellenza accademica e sfruttare le sinergie tra ricerca e formazione in modo da preparare meglio le prossime generazioni di manager. Le attività in corso includono la definizione di un programma comune sotto il marchio Ace, lo scambio di studenti e docenti, le conferenze su ricerche e progetti e lo sviluppo di moduli con competenze internazionali, perché alla base di tutto il progetto ci sono la condivisione delle esperienze e lo sviluppo sempre più internazionale dell’insegnamento e della ricerca. Questa iniziativa è strettamente collegata alle attività dell’Emfd, il che assicura il forte impegno a migliorarne sempre la qualità”.
 (ADNKRONOS)