Anche quest’anno la locride è rientrata tra i viaggi studio dell’Università di Scienze gastronomiche di Slow Food a Pollenzo

enogastronomia locrideAnche quest’anno la Locride è rientrata tra i viaggi studio che, l’Università di Scienze gastronomiche di Slow Food a Pollenzo in provincia di Cuneo, organizza per gli studenti all’insegna della scoperta del territorio e delle tradizioni enogastronomiche dello stesso. Con un programma fitto di visite la Condotta della Locride ha accolto e accompagnato i 12 ragazzi in giro per un territorio che merita di essere conosciuto oltre una superficie che, troppo spesso, non identifica quanti hanno deciso che, rimanere non è un ripiego, ma una scelta consapevole. Con la responsabile del gruppo, Zachi Brewster, i ragazzi provenienti dall’Italia e non solo, di base a Gerace, hanno visitato in cinque giorni diverse realtà, facendoli avvicinare al territorio, per poi proseguire con le tradizioni enogastronomiche e i diversi artigiani che su questo hanno creduto portando avanti una propria attività. Quindi oltre Gerace hanno conosciuto chi lavora per la realizzazioni di obiettivi come il raggiungimento della Comunità del Cibo di Canolo e Gioiosa Ionica e quella già consolidata di Mammola, intrattenendosi con i produttori, per capire come si realizza un determinato prodotto, ma concedendosi anche un giro per capire cosa il territorio offre anche dal punto di vista paesaggistico e archeologico.  «Il programma pensato dai soci della Condotta è stato reso possibile solo grazie all’aiuto e alla sensibilità dei produttori, dei ristoratori e di tutti coloro i quali – ha affermato il fiduciario Giovanni Rodi – hanno dato la propria disponibilità nei paesi che i ragazzi hanno visitato. La Locride è prima di tutto questo, un messaggio forte e positivo che gli universitari hanno fatto proprio»

Di seguito il programma

VIAGGIO DIDATTICO LOCRIDE UNISG

24 maggio 2016

ore 10:30 Accoglienza piazza delle tre chiese Gerace;

ore 11:00 Aperitivo di benvenuto Bergamotteria via Zaleuco Gerace;

ore 12:00 Sistemazione nelle camere;

ore 13:00 Pranzo Ristorante Brillo Parlante Gerace via Zaleuco; (+ menu carne bianca)

Nel pomeriggio:

- giro turistico Gerace;

- degustazione granite locali con visita al laboratorio dove vengono prodotte;

- Visita botteghe artigiane;

ore 20:30 Cena Agriturismo “La valle incantata” Gerace; (+ menu carne bianca)

25 maggio 2016

ore 8:30 Colazione bar Cattedrale Gerace;

ore 9:30 Partenza per Canolo e visita Comunità del Cibo di Canolo con Laboratori sulla Lavorazione del Pane Jermano, latticini e salumi tipici;

ore 13:00 Pranzo degustazione offerto dalle aziende della Comunità del cibo di Canolo.

Nel Pomeriggio:

- ore 15:30 prosecuzione delle visite nei laboratori

- ore 16:30 passeggiata alla scoperta delle Dolomiti del Sud

- ore 18:00 Degustazione Dolci della Tradizione a Gioiosa Jonica e visita centro storico;

ore 20:30 Cena Osteria “Il Ritrovo dei Picari” presente sulla guida Osterie D’Italia 2016; (+ menu carne bianca)

26 maggio 2016

ore 8:30 Colazione Bar del Tocco Gerace;

ore 9:30 Visita della Villa Romana di Casignana e degustazione Greco di Bianco;

ore 13:00 Pranzo a Ciminà nell’Agriturismo “A Sena Runcatini” c.da Macaria 1 0964334808-3496463812;

Nel Pomeriggio:

- Laboratorio sulla Lavorazione del Caciocavallo di Ciminà Presidio Slow Food;

- ore 16:30 visita Bianco

- ore 18:30 Arrivo a Siderno – Laboratorio sulle ricette tradizionali della Locride a cura di Francesco Trichilo Ristorante “U Ricriju” + Cena degustazione;

27 Maggio 2016

ore 8:00 Colazione Bar Curulli Gerace;

ore 9:00 Partenza per la visita alla Comunità del Cibo di Mammola;

ore 9:30 Visita Caseificio dei Monti del Chiaro Mammola;

ore 11:30 Laboratorio lavorazione dello Stocco;

ore 13:00 Pranzo degustazione Mammola Ristorante “Il Ponte”;

Pomeriggio libero;

ore 20:30 Cena Collinetta Martone (RC); (+ menu carne bianca)

28 Maggio 2016

ore 8:30 Colazione Bar Cattedrale Gerace;

ore 9:00 Visita all’azienda produttrice di zafferano

ore 10:30 Ritrovo Piazza Tribuna per consegna pranzo al sacco e saluti da parte della Condotta Slow Food – Locirde