A Reggio Calabria open day con visite gratuite per i pazienti con psoriasi

psoriasiNell’ambito delle patologie cutanee infiammatorie  croniche, la psoriasi rappresenta una malattia per molto tempo sottovalutata e occultata, così che il momento della sua diagnosi è spesso tardivo: per questo è nato un progetto di sensibilizzazione per il pubblico con un Open day che prevede visite gratuite agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. ”Oggi in Italia abbiamo 2 milioni e mezzo di persone con la psoriasi, tra le quali una discreta quantità di bambini. La precocità della diagnosi è di grande importanza perché oggi, grazie alla disponibilità di nuovi farmaci e di nuovi percorsi diagnostici, abbiamo la possibilità di trattare con successo anche le forme più avanzate della patologia”, dichiara il Dottor Vincenzo De Salvo, Responsabile dell’Unità Operativa Dermatologica dell’Azienda Ospedaliera “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria. Il progetto vuole favorire la diagnosi precoce della psoriasi, inserire il paziente in un percorso di cure duraturo e metterlo al centro, con i suoi bisogni e la necessità di essere seguito e considerato non solo come malato ma anche come persona.

Durante la visita al Centro sarà offerta la possibilità di una valutazione gratuita completa della patologia:

Per prenotare una visita gratuita chiamare il numero 0965 397344 – dalle ore 8.00 alle ore 19.00 dal lunedì al venerdì

Ma che cos’è la psoriasi?

La psoriasi è una malattia cronica della pelle – non contagiosa – che può avere conseguenze importanti sulla percezione dell’immagine corporea, sulle relazioni sociali e sulla qualità di vita delle persone che ne sono affette. E’ una malattia sistemica infiammatoria che può coinvolgere cute ed articolazioni, spesso associata ad importanti comorbidità (patologie cardiovascolari, diabete, obesità, sindrome metabolica) che possono aggravare il quadro clinico del paziente e rendere il trattamento della patologia più complesso.

La psoriasi si manifesta con la comparsa di chiazze eritematose e squamose, di colore rosso-biancastro rotondeggianti, chiaramente delimitate ai bordi, localizzate di solito in sedi tipiche (gomiti, ginocchia, tronco, cuoio capelluto) più raramente a livello del viso delle zone genitali e pamo-plantari. In alcuni casi le zone in cui compaiono le chiazze diventano sede di prurito più o meno intenso, a seconda della reazione individuale. In Italia sono circa 2 milioni e mezzo i pazienti affetti da Psoriasi, di questi una proporzione consistente presenta forme cutanee moderato-severe ed in oltre il 30% si osserva l’associazione di artrite (artrite psoriasica) alla malattia cutanea. Nelle forme di psoriasi lieve o moderata il trattamento si basa su terapie di tipo topico, mentre nelle forme moderato-severe si impiegano terapie di tipo sistemico, tradizionali, o le più moderne terapie biologiche.