A Messina la conferenza dal titolo “la città ai giovani, attraverso la conoscenza si crea appartenenza”

Il dibattito sarà articolato per interviste ai relatori curate da Giusi Furnari Luvarà, docente dell’Università di Messina, in un viaggio nel tempo così articolato: #1950 la città di ieri; #2016 la città di oggi; #2050 la città di domani

7giugno-1Si svolgerà martedì 7 giugno alle 10 nell’auditorium Mons.Fasola la conferenza “Messina ai giovani, attraverso la conoscenza si crea appartenenza”, organizzata dal Comitato italiano per il reinserimento sociale (Cirs – onlus) della città dello Stretto, insieme alla Città metropolitana di Messina e al Gruppo Zancle 85 e che vedrà la partecipazione di studenti delle scuole messinesi. Il dibattito sarà articolato per interviste ai relatori curate da Giusi Furnari Luvarà, docente dell’Università di Messina, in un viaggio nel tempo così articolato: #1950 la città di ieri; #2016 la città di oggi; #2050 la città di domani. Per #1950 relazioneranno il professore Nazzareno Saitta e il giornalista Vincenzo Bonaventura, per #2016 Anna Maria Tripodo, vice segretaria generale della Città metropolitana di Messina, lo scrittore Giuseppe Ruggeri e Massimo Parisi, presidente dell’associazione universitaria ‘Unidea’. Infine, per #2050, il prorettore dell’Università di Messina, Michele Limosani e l’architetto Renato Arrigo. Nel corso del dibattito spazio anche ai filmati “Messina città raccontata” per la regia di Mirella De Vincolis e “Messina e le sue colline, il valore della terra”, regia di Giandavide Lo Cicero. I lavori saranno introdotti da Maria Celeste Celi, presidente del Cirs, che spiega: “Vogliamo fare riscoprire ai nostri giovani quel senso di appartenenza verso la propria città che può essere l’elemento centrale in grado di generare nuovi stimoli per il futuro di Messina”.