Un viaggio alla scoperta delle affascinanti Cascate di Maesano [FOTO]

Le Cascate di Maesano o Cascate dell’Amendolea si trovano a 1.200 metri di altezza all’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte

cascate maesano (11)All’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte, a quasi 1.200 metri di altezza, sgorgano le affascinanti cascate di Maesano. Le cascate si trovano in un luogo incantato e completamente immerso nella natura selvaggia dove l’unico “rumore” è quello del vento che soffia tra gli alberi. Le cascate del Maesano, conosciute anche come Cascate dell’Amendolea, sono una tappa fondamentale per chi ama il trekking e la montagna. L’ultimo posto dove si può arrivare in auto per avvicinarsi a questo luogo magico è la diga del Menta, poi da lì bisogna proseguire a piedi in un percorso tanto faticoso quanto magico. Per arrivare alle cascate bisogna percorrere la SS183 fino al bivio per Montalto che indica la direzione per Polsi, Montalto e le Cascate Maesano. Dopo circa 8 chilometri di salita, di fronte a un altro bivio, bisogna svoltare a destra verso la Diga del Menta, indicata dai segnali stradali. Da quel punto in poi si continua per 7 chilometri seguendo la strada principale, asfaltata, e si arriva alla Diga. Si prosegue scendendo il costone a valle dello sbarramento per 1 chilometro di ripida discesa, in cui però la strada è asfaltata e protetta da guard-rail. A valle si parcheggiano le automobili, si tocca con mano il punto preciso in cui il Menta si tuffa nell’Amendolea, si guada la fiumara e inizia il percorso, indicato durante tutto il sentiero dalle bandierine dipinte sulle rocce con colore rosso/bianco dal Cai di Reggio Calabria.

Il percorso a piedi non è difficile, anche se il fondo è a tratti sconnesso e molto spesso scosceso. Il tempo per scendere fino alle cascate, raggiungibili solo d’estate, è di circa 60 minuti, poco più per risalire. Per il belvedere da dove si possono osservare dall’alto invece sono 40 minuti sia all’andata che al ritorno e si può andare in tutte le stagioni.