Sicurezza stradale: oltre 400 mila giovani socializzati da “a tutto G.A.S.S.”

atuttogass3Ben 400mila interazioni con la pagina facebook “atuttogass”, 23mila visualizzazioni del video della campagna di comunicazione e oltre 5.000 visite al portale web www.atuttogass.it. Questi i “numeri social” generati, in pochi mesi, dal progetto “a tutto G.A.S.S.” acronimo di  Giovani Artefici della Sicurezza Stradale, promosso dalla Presidenza del Consiglio – Dipartimento della Gioventù e dalla partnership istituzionale ICS Associati, Automobile Club Cosenza, Automobile Club Roma e Orsa Srl.   Una iniziativa che, in fase iniziale, ha realizzato un importante studio osservando comportamenti, abitudini e orientamenti di ben 1.600 giovani tra i 15 ed i 25 anni, residenti in Calabria e Lazio, con l’obiettivo prioritario di mappare la responsabilità stradale nell’intero Paese. Ben 16 indicatori di responsabilità diretta e indiretta utilizzati, rilevati a livello nazionale, legati ai comportamenti responsabili, al rischio incidentalità. Il rapporto di ricerca ha tracciato la classifica delle realtà territoriali più a rischio: semaforo verde principalmente per Lombardia, Liguria e Piemonte, tra le più irresponsabili Molise, Calabria e Basilicata. Due le infrazioni più frequenti tra i giovani: l’utilizzo del cellulare alla guida e il superamento dei limiti di velocità. Circa il 10% degli under 25 reo confesso di assumere alcol qualche istante prima di mettersi alla guida. Oltre sette giovani su dieci, infine, disconoscono il nuovo Codice della Strada.

“L’iniziativa – commenta soddisfatto il diretatuttogass 2tore del progetto, Fabrizio Orsomarso - ha garantito un’ampia partecipazione di giovani, nonostante la resistenza iniziale data dalla percezione che l’irresponsabilità non li riguardasse in prima persona, e di stakeholders come dimostrano i lusinghieri risultati delle attività legate alle nove giornate della  responsabilità stradale organizzate in Calabria, appena concluse. Giornate – conclude Fabrizio Orsomarso - che hanno coinvolto direttamente oltre mille studenti e ottenuto l’adesione alla rete di progetto di circa 30 nuovi portatori di interesse tra istituzioni scolastiche, associazioni ed organizzazioni di settore, amministrazioni comunali e forze dell’ordine”.    E intanto, il progetto voluto dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio fa tappa nel Lazio con il significativo contributo dell’Automobile Club Roma, Aci Vallelunga. Il prossimo 13 maggio a Tivoli, infatti, gli studenti degli istituti scolastici che hanno aderito all’iniziativa si confronteranno all’I.T.C.G. “E. Fermi” su tematiche di educazione e di sicurezza stradale con docenti-formatori dell’Automobile Club Roma e della rete ACI Ready2Go, anche attraverso l’utilizzo dei simulatori di guida e Driving Test per sperimentare tecniche di guida e verificare le reazioni del veicolo in condizioni particolari attraverso: slalom tra coni, frenata ABS e partenza ASR, nonché simulazione stato di ebbrezza alcolica attraverso appositi dispositivi visivi.