Si sta svolgendo in questi giorni a Reggio Calabria l’iniziativa “I Migration-Fostering European Positive Migration”

migranti (24)Si sta svolgendo in questi giorni, dal 15 al 19 maggio, a Reggio Calabria l’iniziativa “IMigration ‐ Fostering European Positive Migration”, progetto approvato nell’ambito del Programma ERASMUS+ ‐ “Cooperation for innovation and the exchange of good practices”. L’Associazione Pronexus – Rete di Agenti per lo Sviluppo Locale è ancora una volta ideatrice e portatrice di esperienze di respiro internazionale a Reggio Calabria. Grazie alla sua ormai consolidata collaborazione con gli enti partners Ecos do Sur della Spagna e Make it Better del Portogallo, con all’attivo numerosi progetti realizzati, farà discutere e lavorare i beneficiari di progetto dei tre paesi europei sui temi della mobilità europea, delle attuali questioni migratorie e delle strategie possibili per la diffusione di politiche attive di integrazione e riconoscimento delle competenze. Il progetto si propone di offrire strumenti pratici per favorire la permanenza dei giovani nella loro città di origine, in quanto è attraverso la formazione, il lavoro autonomo o imprenditoriale e lo sviluppo delle economie locali e/o transnazionali che si possono “costruire le opportunità”. I beneficiari di progetto hanno avuto l’occasione di conoscere e confrontarsi con le realtà di seconda accoglienza dei progetti S.P.R.A.R. del Comune di Sant’Alessio in Aspromonte (R.C.) e del Comune di Laganadi (R.C.), già riconosciuti a livello nazionale quali buone prassi, che hanno sposato l’iniziativa “iMigration” con entusiasmo, in chiave di opportunità, arricchimento reciproco ed apertura allo scambio internazionale. Il beneficiari ed il partenariato di progetto nella giornata di oggi 18 Maggio sono ospiti del Parco Ludico Tecnologico Ambientale “Ecolandia” dove si svolgeranno momenti formativi sulle tematiche legate all’inclusione lavorativa e laboratori per gli ospiti, asilanti e rifugiati politici dei Progetti S.P.R.A.R. sopra citati, che potranno contare sulla consulenza personalizzata del team “iMigration”. Le opinioni ed i suggerimenti dei soggetti partecipanti verranno, inoltre, utilizzati quale banco di prova per la messa a punto dell’app interculturale “Choose your way” output di progetto che verrà lanciata nel mese di settembre ad uso di quanti, per necessità varie, si muoveranno in Europa. Ancora una volta una esperienza che ci porta a considerare i processi di migrazione verso altri paesi in chiave di opportunità, generando un’identità europea realmente inclusiva.