Sbarchi di migranti in Calabria: tempestivo intervento della Protezione Civile regionale a supporto delle prefetture calabresi

migranti-a-reggio-31“Stiamo affrontando in queste ore una emergenza di proporzioni enormi, un’emergenza senza precedenti – ha affermato il Presidente della Regione Mario Oliverio, da ieri sera in costante contatto con i dirigenti della Protezione Civile regionale e con le autorità competenti interessate – di cui, pur non avendo responsabilità dirette, ci siamo fatti carico perché ci troviamo di fronte ad una vera e propria tragedia umana rispetto alla quale non si può rimanere assolutamente impassibili.   Ringrazio, a tal proposito, gli uomini della Protezione Civile della Regione Calabria impegnati su più fronti nel prestare supporto alle Prefetture calabresi per far fronte allo sbarco di oltre mille migranti sulle nostre coste. Dopo essere intervenuti a sostegno della Prefettura di Vibo Valentia, dove sono sbarcati circa 290 migranti, dalla tarda serata di ieri stanno prestando il proprio supporto alla Prefettura di Reggio  Calabria, relativamente alle operazioni di sbarco di 629 migranti giunti stamani a bordo della nave militare Vega assieme a 45 corpi recuperati in mare. Per questi ultimi i magistrati competenti hanno disposto l’autopsia. Per agevolare le operazioni la Protezione Civile ha reperito, di concerto con il Dipartimento della Protezione Civile nazionale una cella frigorifera mobile messa a disposizione dalla Presidenza Nazionale della Croce Rossa Italiana, al fine di collocarvi le 54 salme per un tempo massimo di 62 ore. Superato questo periodo di tempo, in accordo con le autorità competenti, è stato deciso di allocare le stesse salme  nelle celle frigorifere disponibili nei vari presidi ospedalieri regionali (11 nella provincia di Reggio, 19 in quella di Catanzaro, 3 a Vibo Valentia e 24 in provincia di Cosenza)”. “La Protezione Civile della Regione Calabria, inoltre  -ha aggiunto il Presidente della Giunta regionale- insieme alle associazioni di volontariato del settore, sta supportando la Prefettura della città dello Stretto anche nei trattamenti antiscabbia rivolti ai migranti che si stanno effettuando attraverso  l’installazione e la messa in opera di docce speciali.  La conclusione delle operazioni di sbarco è prevista per la tarda serata magli uomini della Protezione Civile regionale continueranno, comunque, a supportare gli uffici prefettizi H24 anche per le operazioni di identificazione dei migranti”. “Per domani mattina, infine, dalle ore 9.30 in poi – ha concluso il Presidente Oliverio- Carlo Tansi e i suoi uomini, che ringrazio ancora sentitamente insieme a tutti i volontari, al personale della Polizia di Stato, ai Carabinieri,  alla Guardia di Finanza, alla Capitaneria di Porto ed ai volontari delle diverse associazioni intervenute per quanto stanno facendo con grande umanità e professionalità, saranno a fianco della Prefettura di Cosenza per fronteggiare lo sbarco di altri 400 migranti nel porto di Corigliano. Li ringrazio perchè rappresentano la Calabria, quella vera, la Calabria dell’accoglienza e della solidarietà”.