Ripristinata la sciarpa del Crotone sulla SS106

ss106_crotone09L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” dall’inizio dell’ultimo campionato di calcio di serie B ha voluto sostenere ed incoraggiare il Football Club Crotone nella sua storica corsa verso la massima serie del calcio italiano. Riteniamo che la promozione in serie A dell’F.C. Crotone sia un fatto straordinario ed auspichiamo che possa risultare di buon augurio segnando l’inizio di una rinascita non solo calcistica ma anche politica, economica e culturale per la Calabria e per la costa jonica in particolare. L’Associazione non dimentica l’incidente avvenuto il 9 gennaio del 2011 a Bruno Vetere, un giovane di 21 anni di Rocca di Neto deceduto in un incidente stradale in contrada Gabella a Crotone. Bruno è sbandato perdendo il controllo della sua moto di grossa cilindrata, proprio nei pressi del tratto in cui cominciano le quattro corsie. Probabilmente ha sbattuto contro un guardrail oppure contro un cartellone. Il corpo del giovane è stato sbalzato a diversi metri sull’altra corsia. La moto, poi, ha continuato la sua corsa, incendiandosi. Il giovane è morto sul colpo dopo un violento impatto sul suolo stradale. A seguito della sua morte i familiari e gli amici nel luogo dell’incidente posarono dei fiori ed una sciarpa del F.C. Crotone che il tempo ha logorato a tal punto che è stato necessario rimuoverla. Bruno, infatti, era un grande tifoso della formazione pitagorica e, quando poteva, la seguiva allo stadio E. Scida. L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” pertanto nella giornata di lunedì 30 maggio ha ritenuto opportuno, in seguito alla storica promozione del F.C. Crotone in serie A, ripristinare la sciarpa affinché sia chiaro a tutti che per noi il tempo non logora il ricordo delle vittime della “strada della morte” e per ricordare idealmente tutte le giovani vite spezzate sulla S.S.106 in Calabria, ed insieme, tutti i giovani tifosi del F.C. Crotone che sull’asfalto di questa strada maledetta hanno perso la vita.