Retroscena sulla visita di Renzi a Favazzina, il segretario Bellacci ai manifestanti: “Per il Ponte sullo Stretto facciamo sul serio” [FOTO]

Importante retroscena durante la visita del Presidente Renzi ieri 28 maggio a Favazzina: il segretario Bellacci ha incontrato i manifestanti per fare luce sulle intenzioni del Governo riguardo il progetto del Ponte sullo Stretto

Rete Civica incontra Bellacci 2Non saranno solo parole al vento ma solide intenzioni quelle del Governo Renzi per il Ponte sullo Stretto. Ancor prima che il Presidente prendesse la parola all’inaugurazione dell’elettrodotto Sorgente-Rizziconi, tenutasi lo scorso 28 maggio a Favazzina di Reggio Calabria, fuori dalla sala il suo segretario Franco Bellacci incontrava i manifestanti di Rete Civica, che avevano avvicinato il Presidente al suo arrivo chiedendo delucidazioni circa la questione “Ponte di Messina”.
I manifestanti, fuori dalla sala, sono stati chiamati da un commissario della Digos che li ha portati davanti al segretario Bellacci. Durante il breve ma importante incontro con Rete Civica, Franco Bellacci ha rassicurato tutti sulle intenzioni del Governo: il Ponte è un progetto che si farà, non appena saranno ultimati gli altri già avviati, come la ristrutturazione della Salerno-Reggio Calabria, la messa in sicurezza della SS 106 e la riapertura di alcune linee stradali in Sicilia.
Un gesto importantissimo che manda un segnale importante da parte del Governo Renzi: le intenzioni per il Mezzogiorno, ribadite dallo stesso Premier durante il suo intervento, sono concrete. La realizzazione lenta ma continua di queste opere da troppo tempo ignorate non fanno che esserne prova, una testimonianza concreta che permette al sud di credere che la sua condizione storica di territorio italiano ignorato dalle istituzioni si stia ribaltando.