Restart vince due titoli italiani Csi a Lignano Sabbiadoro

Le ginnaste Restart salite sul podio a Lignano SabbiadoroLa stella Restart brilla sempre di più nel panorama ginnico nazionale. È di 2 medaglie d’oro, 1 d’argento e 1 di bronzo il lusinghiero bilancio ottenuto dal sodalizio reggino all’XI edizione del Campionato nazionale Csi di ginnastica ritmica svoltosi al PalaGetur di Lignano Sabbiadoro. Sul gradino più alto del podio per ben due volte è salita Francesca Spanti, che ha sbaragliato la concorrenza (categoria “Junior Super”) imponendosi con leggiadria ed eleganza e conquistando i giurati sia alle clavette (punti 20.30) che al cerchio (punti 19.70). Seconda piazza per Maria Sinicropi (categoria “Senior Large”) alla palla e terzo gradino del podio per la squadra (alla prima esperienza in una competizione nazionale) composta da Arianna Turiano, Silvia Bonaccorso e Alessia Messina nel corpo libero “III categoria Small”. Confermati così i due titoli nazionali già vinti l’anno scorso, a testimonianza dell’eccellente lavoro portato avanti dallo staff societario, rappresentato in terra friulana dalla prof.ssa Marilena D’Arrigo e dalle istruttrici Valeria Federico e Ylenia Albanese. Restart è stata l’unica società calabrese presente a Lignano Sabbiadoro con 13 ginnaste (di età compresa fra i 13 e i 19 anni) protagoniste assolute in pedana. Se si considera che alla fase finale della competizione hanno preso parte 1364 atlete di 79 società provenienti da 12 regioni, si può comprendere il valore assoluto del risultato ottenuto dalla società dello Stretto, capace ancora una volta di far emergere il nome di Reggio Calabria al di fuori dei confini regionali.   Oltre ai podi, ci sono stati piazzamenti di rilievo in tutti gli attrezzi. Dal 5° posto di Maria Pia Nava (cerchio) al 6° di Evelina Scopelliti (sempre al cerchio), dal 5° della squadra composta da Francesca Spanti, Evelina Scopelliti e Maria Pia Nava (cerchi e clavette) al 7° della coppia Nava-Scopelliti (cerchio/nastro), fino ad arrivare all’8° di Valeria Cannizzaro (palla) e al 9° di Martina Guida (fune). Degni di menzione anche il 14° posto di Noemi Crupi (cerchio), il 15° di Siria D’Amico (fune), il 17° di Valeria Cannizzaro (nastro), il 18° Maria Sinicropi (nastro) e della coppia Sinicropi-Cannizzaro (cerchio e nastro), il 19° di Debora Moragas (clavette), il 22° di Martina Guida (cerchio), il 31°di Noemi Crupi (clavette) e il 32° di Siria D’amico (cerchio) ognuna nella propria categoria di appartenenza. Presente accanto alle proprie compagne per sostenerle e incitarle anche la sfortunata Mariarosaria Meduri, impossibilitata a gareggiare a causa di un infortunio. “Ogni qualvolta Restart esce fuori dai confini regionali – ha detto la direttrice tecnica Marilena D’Arrigo al termine della competizione – riesce sempre ad emergere ad altissimi livelli, sia che si tratti di gare organizzate dalla federazione o da altri enti.  Il tutto grazie alla cultura del lavoro e al grande affiatamento esistente fra staff tecnico e allieve. Proseguendo su questa strada ci toglieremo ancora tante altre soddisfazioni”.

Prossimi appuntamenti in pedana per le ginnaste Restart il 14 giugno al PalaCalafiore di Reggio Calabria con il consueto saggio di fine anno e a Pesaro (dal 17 al 26 giugno) ai campionati nazionali Gpt.