Reggio Calabria, Zimbalatti: “l’attenzione dell’Amministrazione nei confronti delle palestre comunali è sempre massima”

zimbalatti“Anche se alcuni esponenti dell’opposizione, pur di ritagliarsi sprazzi di attenzione mediatica, nonostante al loro interno siano avvinghiate da una disomogeneità che li porta ad agire in modo sparso e inconcludente, cercano in tutti i modi di catturare l’attenzione dei cittadini puntando il dito nei confronti dell’Amministrazione Comunale con accuse strumentali sulla inagibilità delle palestre comunali”, avverto il bisogno di ritornare sull’argomento per dare ai cittadini l’opportunità di una adeguata, puntuale e corretta informazione”. E’ quanto dichiara l’Assessore allo Sport del Comune di Reggio Calabria, Antonino Zimbalatti. Desidero sottolineare – aggiunge Zimbalatti – che l’attenzione dell’Amministrazione Comunale nei confronti delle palestre comunali e dell’impiantistica sportiva in generale, è stata sempre massima. Attualmente sono solo due le palestre comunali sulle quali il Comune ha realizzato i necessari interventi per renderli agibili: la palestra della scuola “D. Vitrioli” e quella della scuola “E. Montalbetti”,la cui necessaria certificazione di agibilità sarà a breve acquisita dagli uffici preposti. Anche se non rientra nelle mie abitudini fare dietrologia, vorrei ricordare alle forze di opposizione che l’inagibilità delle palestre scolastiche comunali non è nata con l’Amministrazione Falcomatà. La differenza tra questa Amministrazione Comunale e le altre che in passato hanno governato o meglio, malgovernato la città, sta nel fatto che l’esigenza di rendere agibili le palestre scolastiche comunali è stata avvertita dalla Giunta Falcomatà, mentre dalle Amministrazione Comunali precedenti sul problema c’è stato un assordante silenzio e un totale immobilismo. Perché, chiedo ai consiglieri comunali che oggi stanno all’opposizione, non hanno avvertito, sullo stesso problema, il bisogno di indirizzare alla Giunta amica di centro-destra che per anni ha amministrato la città, l’identica attenzione e la medesima richiesta? Indirizzare sull’Amministrazione Comunale e sulla mia persona accuse livorose e fuori luogo, quando l’Assessorato che rappresento, per rendere agibili le palestre scolastiche comunali ha lavorato intensamente, dimostra, in tutta la sua plastica e sconcertante evidenza, che le accuse sono state formulate non solo in modo strumentale ma anche in perfetta malafede. In una recente nota ho messo in evidenza che la questione dell’agibilità delle palestre scolastiche comunali sarà risolta poichè attraverso l’impegno del Sindaco Falcomatà il Comune di Reggio Calabria è riuscito ad ottenere, con la   sottoscrizione   del   Patto  per  la  città  di  Reggio  Calabria, 2 milioni di euro che saranno destinate unicamente a risolvere questo annoso problema. Questi sono i fatti e non si tratta né di fuffa né di retorica. Con la sottoscrizione del Patto, l’Amministrazione Comunale non solo è nella condizione di realizzare i necessari interventi nelle palestre scolastiche comunali per renderli agibili, ma è anche nella condizione di potenziare, in città, l’impiantistica sportiva portandola a livelli sostenuti. Infatti, nella zona di Pentimele, sarà realizzato un polo sportivo che prevede la realizzazione di impianti sia coperti sia scoperti per un totale di 8 milioni euro, mentre 3 milioni di euro sono stati destinati ad ampliare il campo Coni e 1,5 milioni di euro sono starti destinati a completare la palestra di San Giovannello. Sono queste le cose -  dice ancora Zimbalatti – che l’opposizione dovrebbe valutare con attenzione ed onestà intellettuale e magari esprimere compiacimento verso l’attività realizzata dal Governo cittadino. Tante altre informazioni sull’impiantistica sportiva in città –continua Zimbalatti – saranno fornite nel corso di una conferenza stampa appositamente convocata. L’opposizione non può fare finta di ignorare tutto questo, non può andare alla ricerca sempre e comunque di spunti e/o polemiche sterili e inesistenti per ottenere una sia pur momentanea visibilità mediatica. Sarebbe ora che l’opposizione alzasse il livello del confronto politico e orientasse verso l’Amministrazione Comunale un agire politico costruttivo e propositivo, anche perché il livore, le polemiche sterili e di basso profilo non sono di nessun aiuto per la crescita complessiva della nostra comunità”, conclude Zimbalatti.