Reggio Calabria, un lettore a StrettoWeb: “sulla differenziata qualcosa non torna”

Differenziata (1)Segnalazione di un lettore di StrettoWeb, Roberto Zanotti, sul malfunzionamento della raccolta differenziata a Reggio Calabria. Il lettore afferma: “si parla tanto di raccolta differenziata, si dice e si scrive che in quelle zone dove è partito il porta a porta si stanno raggiungendo ottimi risultati ma basta fare un giro per il centro città o per le periferie di Reggio Calabria per accorgersi che qualcosa non quadra. Sicuramente sono parecchi i cittadini che differenziano regolarmente i rifiuti, ma sono ancora molti, tanti, quelli che non lo fanno come si può vedere dalla foto inviate. Rifiuti gettati fuori dai cassonetti, orari di conferimento non rispettati, contenitori della raccolta differenziata pieni di materiale tutt’altro che differenziato, quelli dell’indifferenziata pieni di materiale da differenziare, cumuli di rifiuti e materiale ingombrante depositato nei vari angoli della città improvvisando cosi nuove isole ecologiche. Parecchia inciviltà, vero -prosegue-ma cosa sta facendo l’amministrazione comunale per arginare queste problematiche? Si parla da anni dell’installazione di telecamere di sorveglianza ma dove sono?

Sicuramente aiuterebbero ad arginare il probleDifferenziata (2)ma in alcuni punti critici e risalire ai trasgressori ma il territorio è troppo vasto impossibile arginare il fenomeno solo con le telecamere. I controlli del personale addetto a vigilare e sanzionare dove sono? Perché non effettuare controlli capillari effettuati h 24/24 con appostamenti nei siti sensibili usando autovetture civetta, controllare (come succede negli altri comuni dove operano in modo impeccabile queste figure professionali) addirittura cosa contengono i sacchetti che le persone si apprestano a conferire in modo da inculcare nelle loro teste che l’epoca del rifiuto misto è finita? Perché – aggiunge- non premiare i cittadini che svolgono corretta raccolta differenziata come accade negli altri comuni? L’unica cosa certa invece sono le tasse alle stelle. Insomma tutte idee e soluzioni che dovrebbe adottare l’amministrazione comunale ma che ad oggi restano solo un miraggio. Per ottenere i risultati bisogna partire da una buona informazione, avere la collaborazione di tutti noi cittadini e investire in mezzi, personale e risorse. Cosa che il Comune di Reggio Calabria non fa.. si limita soltanto a pronunciare le frasi ormai famose “non ci sono soldi” o “chi ha governato prima”. Ma i soldi dei contribuenti che da anni pagano tasse alle stelle come sono investiti? Il prima è passato…pensiamo al presente e al futuro… Bisogna capire che investendo dei soldi, utili per attuare determinati servizi, quante cose positive si otterrebbero: si andrebbe a migliorare la qualità della vita e l’aspetto della nostra città, si creerebbero nuovi posti di lavoro, si potrebbero abbassare le tasse premiando i cittadini corretti, ci sarebbero introiti per le casse comunali derivanti dalle sanzioni amministrative elevate a tutti quei cittadini che non rispettano le regole e la nostra città, ci sarebbero incentivi come accade in tutti quei comuni virtuosi etc. (quindi alla fine anche un ritorno economico delle somme investite). Solo cosi facendo si puo’ sperare di ottenere i risultati e una degna città “metropolitana”, conclude.