Reggio Calabria, sopralluogo presso i locali della Circoscrizione di Sbarre allo scopo di verificare lo status della struttura [FOTO]

Sbarre (2)“In occasione dell’ultima seduta della Commissione “Città Metropolitana e decentramento”, abbiamo organizzato un sopralluogo presso i locali della Circoscrizione di Sbarre allo scopo di verificare lo status della struttura ed ascoltare le rimostranze dei dipendenti” affermano i Consiglieri comunali di Forza Italia Antonio Pizzimenti ed Antonino Matalone. “Dal punto di vista organizzativo le maggiori difficoltà segnalate riguardano l’erogazione dei servizi a domicilio, effettuati con mezzi propri degli stessi dipendenti, con tutti i rischi e le problematiche che tali attività potrebbero comportare. Stessa sconveniente procedura è quella utilizzata per recarsi dalla sede agli uffici postali per conto dell’Amministrazione” continuano ancora i due Consiglieri comunali. “Dal punto di vista strutturale della sede, siamo di fronte ad un edificio inagibile sebbene i recenti lavori di ristrutturazione e di adeguamento: balconi pericolanti e in stato di evidente abbandono con gravi rischi per i dipendenti e per i passanti; ambienti insalubri a causa di infiltrazioni di acqua con impianti di climatizzazione ed antincendio non funzionanti; mancanza di un impianto antintrusione attivo nonostante la custodia all’interno del palazzo di documenti sensibili, come le carte di identità. Una simile situazione è inaccettabile e si auspica un intervento immediato della Giunta Falcomatà affinché vengano sanate e risolte tutte le questioni e le criticità evidenziate dai dipendenti e palesemente evidenti anche agli occhi dei non addetti ai lavori. Non è ammissibile lavorare in queste condizioni e i diritti dei lavoratori devono essere tutelati e rispettati al fine di garantire un ambiente di lavoro sano e rispettoso delle normative sulla sicurezza e sull’igiene. Noi – concludono Antonio Pizzimenti e Antonino Matalone – manterremo alto il livello di guardia e resteremo vigili affinchè, in tempi brevi, venga ripristinata la normalità”.