Reggio Calabria, scavi di piazza Garibaldi: via al secondo cantiere per altri “saggi” mentre gli archeologi lavorano nel primo

Reggio Calabria, a piazza Garibaldi è tutto pronto per dare il via ai nuovi scavi per il secondo “saggio” dal lato mare della piazza nei pressi della Stazione Centrale

scavi archeologici reggio calabria piazza garibaldiContinua a crescere l’attenzione dei cittadini di Reggio Calabria per gli straordinari reperti archeologici emersi nei giorni scorsi a piazza Garibaldi. Secondo gli storici, in attesa di un parere certificato dalla Soprintendenza che sta svolgendo tutti gli esami del caso, la struttura emersa nei pressi del Corso Garibaldi risale all’epoca imperiale Romana, precisamente al I sec. d.C. anzi proprio agli anni di Cristo, esattamente 2.000 anni fa, e potrebbe essere una tomba importante, di un nobile o di un eroe di guerra della Roma imperiale, che aveva in Rhegium un importante punto di riferimento strategico e militare nel cuore del Mediterraneo. Le ipotesi sull’esistenza di una necropoli romana proprio nella zona dell’attuale piazza Garibaldi, fuori dalle mura cittadine erano già paventate da alcuni storici e troverebbero nuovo credito in questa straordinaria scoperta che dovrà ovviamente essere valorizzata a dovere. Nei prossimi giorni proseguiranno gli scavi, ma ovviamente si procederà con molta più cura e in modo molto più lento intorno al ritrovamento dove stanno emergendo piatti, anfore, vasi e persino monete antiche, che bisognerà datare perchè non è da escludere che siano di epoche differenti.

Intanto inizieranno in settimana, forse già lunedì o martedì, i nuovi scavi per il secondo “Saggio” nella zona Ovest della piazza (lato mare), nei pressi della Stazione Centrale.

Reggio Calabria, a piazza Garibaldi un tesoro antichissimo che potrebbe rivoluzionare la storia della città [FOTO]

Reggio Calabria, il direttore del Museo sugli scavi di piazza Garibaldi: “scoperta straordinaria” [VIDEO INTERVISTA”]