Reggio Calabria, Neri risponde alla Dieni: “la sua distrazione è imbarazzante. Sulla Tari non si pagherà un euro in più”

palazzo san giorgioNuova apparizione del partito fantasma dei 5 stelle reggini. La deputata Dieni, la cui esperienza parlamentare è caratterizzata esclusivamente da un rapporto epistolare con la Città di Reggio Calabria, in grado di produrre solo saltuari comunicati stampa, è tornata alla carica riproponendo con una nota copia-incolla, una questione già ampiamente chiarita nei mesi scorsi, quando i 5 stelle arrivarono a pubblicare una foto vecchia di qualche anno, con una Reggio ingombra di rifiuti, pur di denigrare la nostra Città agli occhi dell’Italia. Da una parlamentare reggina ci aspetteremmo ben altro, francamente. La sua distrazione è imbarazzante. Traesse esempio dall’amministrazione Falcomatà su come si opera per il bene della collettività”. E’ quanto dichiara l’Assessore alle Finanze del Comune di Reggio Calabria Armando Neri rispondendo alle accuse sollevate dalla Deputata del Movimento 5 Stelle Federica Dieni. ”Se la Dieni fosse più attenta - ha aggiunto l’Assessore Neri - si accorgerebbe che la Tari nella Città di Reggio Calabria non solo non è aumentata, come è invece avvenuto in tanti altri comuni poco virtuosi nella gestione della raccolta differenziata, ma in sede di approvazione dell’ultima delibera sui costi Tari dello scorso mese di aprile, l’Amministrazione ha prodotto alcuni importanti risultati in termini di agevolazioni. Dunque non solo i reggini non pagheranno un euro in più, ma grazie ai risultati raggiunti con la raccolta differenziata, ottenuti con il grande impegno di tutti cittadini, siamo riusciti a produrre una serie di agevolazioni per le famiglie numerose e per i nuclei familiari in cui sono presenti soggetti con disabilità, che peraltro hanno suscitato il plauso da parte di diverse associazioni di categoria”. Di certo non riteniamo di aver risolto tutti i mali della città – spiega ancora Neri – ma il mantenimento delle tariffe e le agevolazioni fiscali introdotte sono un primo importante passo nella direzione auspicata. E’ forse questo che la Dieni vorrebbe raccontare alla Corte dei Conti? La Deputata probabilmente non sa che tutti gli atti contabili che l’Amministrazione produce sono sempre inviati dal Comune stesso alla Corte dei Conti, che esercita anche i controlli previsti per legge dal piano di riequilibrio. Siamo noi i primi – aggiunge l’Assessore – a formulare periodicamente dei quesiti chiedendo sostegno in una materia delicata come quella della fiscalità locale e dei tributi. Mi chiedo invece cosa abbia fatto la Deputata Dieni in Parlamento per il nostro territorio, oltre che inveire insieme a qualche sua collega di partito contro il sostegno che il Governo sta assicurando alla città in termini finanziari ed attraverso la programmazione di importanti opere pubbliche. La delibere sulla Tari sono redatte in osservanza della legge e di tutti i principi contabili, che per Reggio, in quanto Comune assoggettato al piano di riequilibrio, implicano la copertura integrale dei costi con la tariffa, come prevede il Tuel“. “Piuttosto – conclude l’Assessore Neri – sempre a proposito di conti, sarebbe interessante sapere se rispondono a verità gli articoli di stampa che parlano di mancata restituzione della diaria da parte della Deputata Dieni, e di qualche altro suo degno sodale, per come promesso in campagna elettorale. Non ci resta che pensare che questo comunicato copia-incolla sia solo un tentativo della deputata di battere un colpo nel vuoto della sua “memorabile” esperienza parlamentare”.