Reggio Calabria, “La Svolta” e “Reset” “adottano” Piazza De Nava: “poco comprensibili alcune polemiche”

piazzadenava5“L’album delle iniziative delle associazioni Reset e La Svolta si arricchisce di una nuova pagina, dopo aver proceduto con il ripristino e la pulizia di diverse aree verdi della città sin dal giugno 2014, con interventi nelle zone di Santa Caterina (piazzetta Unicef), Pellaro e Rione Torricelli. Oggi, aderendo all’iniziativa “Adotta il verde”, promossa dall’Amministrazione Comunale, si è voluto fare un passo ulteriore e con la convenzione firmata nel Giugno 2015 i soci si sono adoperati in diversi momenti per riportare il decoro in una piazza fondamentale per Reggio Calabria: Piazza de Nava, uno dei punti più importanti della nostra città, biglietto da visita per tutti i turisti che vengono ad ammirare il rinnovato Museo Archeologico e punto d’accesso alla più importante via cittadina”, scrivono in una nota le associazioni “La Svolta” e “Reset”. “Abbiamo provveduto – proseguono- alla manutenzione degli arredi urbani, con la ritinteggiatura e il riposizionamento in sede delle panchine divelte, e ad una completa rasatura delle aiuole, ripetuta anche nei mesi successivi. Ma l’impegno dei soci non si è fermato a queste iniziative basilari, e si è deciso di compiere un ulteriore passaggio con la riqualificazione delle 4 aree verdi presenti all’interno della piazza. Gli associati hanno impegnato le proprie risorse economiche e sono state raccolte le quote che hanno permesso che fosse iniziato il primo blocco dei complessi ed onerosi lavori, tutti a carico degli associati e durati alcune settimane, che si è concluso in concomitanza con la riapertura al pubblico del MarRC e la firma dei Patti per Reggio Calabria, al fine di poter offrire a tutte le autorità e alla stampa nazionale una adeguata accoglienza. Altre migliorie – aggiungono- sono previste nei prossimi mesi: l’automazione del sistema di irrigazione, a cui si aggiungerà anche la manutenzione straordinaria della fontana, inclusa nei lavori autorizzati dalla Giunta Comunale e che a breve partiranno e riguarderanno altre fontane storiche cittadine. Ognuno di questi passaggi è stato reso noto alla cittadinanza tramite note stampe inviate a tutte le redazioni cittadine e da esse pubblicate, per cui appaiono strane e poco comprensibili alcune polemiche cavalcate dai soliti detrattori, ma siamo certi che il resto dei Reggini abbia piacere a vedere di nuovo fruibile e bello uno dei loro luoghi del cuore”, concludono.